Dopo le festività pasquali sovente si avanzano uova sode, uova di cioccolato e carni cucinate che possono essere riciclate per inventare nuovi piatti e realizzare ricette ideali per tutta la famiglia

Le uova sode per esempio possono essere farcite. Chi non vuole lavorare troppo, può semplicemente dividerle in metà e decorarle con abbondante maionese oppure preparare un semplice ripieno con tonno, prezzemolo, maionese e capperi (vedi ricetta). Infine si possono accompagnare le uova sode ai piselli stufati con prosciutto crudo o guanciale per un secondo piatto gustoso.
uova-sode.jpgRimanendo in tema di uova, quelle di cioccolato, se sono in abbondanza, vanno recuperate per realizzare dolci. Le uova di cioccolato piccole (100-150 g) possono essere divise in metà lungo la giuntura utilizzando un coltello riscaldato in acqua bollente; diventano così dei contenitori per una mousse al cioccolato, un tiramisù o una bavarese (vedi ricetta Uova di cioccolato farcite). Ridotte a scaglie, le uova di cioccolato fondente sono perfette nelle torte di pere, di mele, di pane e nei plum cake.
uovo_pasqua_rotto.jpgSe avete avanzato cioccolato fondente e al latte potete impiegarlo per realizzare una crema spalmabile al cioccolato e nocciole: farete concorrenza a quelle in commercio nei negozi!
Tritate e fuse (soprattutto quelle di cioccolato fondente) diventano una salsa da servire calda con una pera cotta, un gelato, un semifreddo al torrone o una bavarese all’arancia. Sempre fuse, possono servire come base per torte al cioccolato (si pensi alla classica “Sachertorte”), sformatini caldi da servire con una salsa all’arancia o come copertura per biscotti di pasta frolla. Un'altra idea golosa è il salame di cioccolato realizzato anziché con il cacao in polvere con cioccolato al latte fuso, da uova di Pasqua avanzate. Per leggere la ricetta completa clicca qui.

L’agnello e il capretto vengono sovente cucinati arrosto, allo spiedo o in tegame in bianco con erbe aromatiche. Se la quantità di carne avanzata è ridotta può essere tagliata a striscioline e aggiunta a una misticanza di insalatine; il condimento ideale è una vinaigrette alla senape o all’aceto balsamico.
agnello.jpgTagliata a cubetti piccolissimi, può invece essere aggiunta a una salsa di pomodoro con abbondanti verdure per diventare un condimento per pasta corta o un timballo di pasta o di riso (vedi ricetta: gnocchi di farina di semola con ragù di agnello). Chi ha tempo e voglia può preparare delle polpette grandi o delle polpettine mignon per un ragù per lasagne o pasta gratinata (vedi ricetta: Maccheroni rigati con ragù di polpettine d'agnello). Tritata finemente e amalgamata a verdure può diventare un ripieno per cannelloni, crespelle o carciofi. Se la quantità di agnello avanzata è abbondante, si può preparare uno spezzatino rifatto, provate a realizzare questa ricetta di ispirazione indiana (spezzatino di agnello rifatto con yogurt e curry): le carni saranno morbidissime e il curry attenuerà il sapore intenso dell'agnello.