Le impressioni del giudice Paolo Massobrio al termine della prima puntata della settimana

Paolo Massobrio giudice della Prova del Cuoco da oggi a venerdì. Lo abbiamo raggiunto a Roma dopo la prima puntata per avere le sue impressioni.

"La prima cosa che dico è che Antonella si rivela davvero una grande professionista: per il clima che riesce a creare in studio, ma soprattutto per il bagaglio di conoscenze anche in materia enogastronomica che ha accumulato in questi anni. Prima di entrare ho letto sui social il suo dispiacere per la morte del suo cane Oliver e quando l’ho vista era triste, perché dopo oltre 10 anni di compagnia, un cane diventa in qualche modo parte della tua vita. Anch’io ho un cane e gli sono affezionato. Eppure oggi è riuscita a fare la puntata con il consueto piglio. La professionalità è anche questo".

I cuochi come li hai trovati?

I cuochi professionisti secondo me sono molto migliorati, ma anche la selezione dei concorrenti è oculata, nel senso che hanno comunque una dimestichezza con la cucina, per cui il risultato è più che soddisfacente. Quando facevo il giudice del format "Chi batterà lo chef" della Prova del Cuoco, una volta sì e una no incappavo in errori clamorosi. Oggi è difficile.

Nota polemica: nella tivù italiana si spadella troppo?

Può darsi, io guardo poco la tivù. So solo e vedo che alla Prova del Cuoco si affrontano anche temi di attualità legati alla corretta nutrizione, oltre ai prodotti dei vari territori. Questo diventa conoscenza e non solo spettacolo.

Buona settimana allora. Ma tu mangi tutto quello che ti portano?

Ho solo un minuto e mezzo per assaggiare. Quindi assaggio. Ma se un piatto mi piace, a luci spente poi lo finisco tutto.