Questa zuppa è un primo piatto ideale per i mesi freddi, molto rustico e appetitoso

Ingredienti

  • 170 g di farro perlato
  • 180 g di fagioli cannellini
  • 40 g di lardo o guanciale o fondo di prosciutto crudo (facoltativo)
  • 4 foglie di cavolo nero
  • 1 fettina di zucca (150 g) o 1 patata media
  • 2 carote
  • 2 costole di sedano
  • 1 cipolla media
  • 1 spicchio d’aglio
  • 1 foglia di salvia
  • 8 dl circa di brodo vegetale
  • olio extravergine di oliva
  • sale, pepe di mulinello

Informazioni aggiuntive

TIPO PORTATA

primi

ESECUZIONE

difficile

PREPARAZIONE

10 min

COTTURA

105 min

ALTRO

8 ore ammollo 30 minuti riposo

PREPARAZIONE

Mettete a bagno i fagioli in acqua fredda per circa 8 ore; scolateli, metteteli in una pentola con circa un litro di acqua, aggiungete la salvia e l’aglio e cuocete a fuoco dolce per circa un’ora e mezza, finché tenderanno a essere teneri. Salate verso fine cottura.

Tritate la cipolla, tagliate sedano e carota a cubetti molto piccoli e il cavolo nero a striscioline corte o tritato grossolanamente. Fate insaporire il tutto in una pentola con 2-3 cucchiai di olio e il lardo tritato poi bagnate con il brodo vegetale. Unite la fetta di zucca (o la patata) e cuocete per una ventina di minuti.

Aggiungete ora il farro e proseguite la cottura per altri 15 minuti circa, versando altro brodo vegetale se la zuppa tendesse ad asciugarsi troppo. A questo punto unite i fagioli bolliti (dopo aver tolto salvia e aglio) con parte del loro liquido di cottura e cuocete ancora per circa un quarto d’ora. Regolate di sale e schiacciate la zucca (o la patata) con una forchetta tenendola su una schiumarola. La zuppa dovrà rimanere abbastanza densa; comunque, se fosse troppo asciutta, aggiungete altro liquido di cottura dei fagioli. Lasciate riposare mezz’ora. Servite con un filo di olio crudo e una macinata di pepe.