Se avete a disposizione del buon baccalà ecco un'idea per un secondo piatto fresco e dagli accostamenti insoliti

Ingredienti

  • • 1 filetto di baccalà di circa 800 g ammollato e dissalato
    • 40 olive nere in salamoia
    • 2-3 arance Washington Navel, non trattate
    • 2 finocchi
    • 1 foglia di alloro
    • 5-6 steli di erba cipollina
    • peperoncino
    • 6 cucchiai di vino bianco secco aromatico
    • 3 rametti di timo limonino
    • 1 spicchio d’aglio
    • olio extravergine di oliva, sale, pepe nero e rosa di mulinello

Informazioni aggiuntive

ESECUZIONE

facile

PREPARAZIONE

30 min

COTTURA

10 min

ALTRO

riposo

PREPARAZIONE

Sciacquate le olive, snocciolatele, mettetele in una ciotola, aromatizzatele con la scorza grattugiata di mezza arancia, aggiungete la foglia d’alloro, l’erba cipollina tritata e un pezzettino di peperoncino tritato, condite con 3 cucchiai di olio, mescolate e lasciate insaporire.

Dividete il baccalà in 8 pezzi e fatelo rosolare leggermente in una padella antiaderente a fondo pesante con un filo d’olio, l’aglio affettato e il timo cuocendolo per un paio di minuti prima dal lato della polpa e poi sulla pelle. Sfumate con il vino bianco, fate evaporare profumate con un poco di pepe rosa, mettete il coperchio e cuocete ancora per 4-5 minuti a fiamma bassissima.

Pelate due arance a vivo e una lasciatela con la scorza. Tagliatele a rondelle spesse circa mezzo centimetro, dividetele in metà e disponetele sui piatti. Distribuite sopra il finocchio affettato finemente e condite con un filo d’olio, sale e pepe.

Sistemate il baccalà sull’insalata, completate con le olive aromatizzate, aggiungete un filo di olio e servite.