Una torta salata saporita per salutare l'inizio della primavera, perfetta anche da mettere nel cesto da pic nic il giorno di Pasquetta

Ingredienti per 10 persone

  • Per la pasta:

  • 500 g di farina
  • 80 g di olio extravergine di oliva
  • 3 cucchiai di semi di papavero
  • 1,5 dl circa di acqua
  • sale Per la farcia:
  • 1 kg circa di erbe spontanee miste come germogli di scorzobianca (barbabuc), silene, punte di ortica, piattello, luppolo, papavero, foglie di malva
  • 500 g di ricotta di pecora fresca ben scolata
  • 2 foglie di aglio orsino
  • 10 steli di erba cipollina
  • 4 foglie di borragine o 1 mazzetto di maggiorana
  • 2 uova
  • 1 tuorlo
  • 80 g di Grana Padano grattugiato
  • 1 noce di burro
  • olio extravergine di oliva

Informazioni aggiuntive

TIPO PORTATA

antipasti

ESECUZIONE

media

PREPARAZIONE

60 min

COTTURA

45 min

ALTRO

1 ora di riposo per l’impasto

PREPARAZIONE

Preparate la pasta impastando a lungo gli ingredienti indicati (tranne un cucchiaio di semi di papavero) fino a ottenere una pasta liscia, morbida e setosa che non appiccichi alle dita. Avvolgetela nella pellicola e fatela riposare per un’ora a temperatura ambiente. Intanto pulite le erbe, lavatele, sgocciolatele e tritatele grossolanamente (dovreste averne circa 700 g).

Scaldate il burro e 3 cucchiai di olio in un tegame, unite le erbe, mescolate, mettete il coperchio e cuocete per un paio di minuti. Unite l’aglio orsino e la borragine tritata, mescolate e cuocete ancora per alcuni istanti. Le erbe dovranno rimanere semicrude. Regolate di sale e lasciate intiepidire. Unite la ricotta, le uova e il tuorlo, il Grana, l'erba cipollina tritata e amalgamate bene regolando di sale. Sulla spianatoia infarinata stendete poco più della metà della pasta sottilissima ricavando un rettangolo di circa 28 x 40 cm.

Adagiatelo su una teglia bassa di 25x35 cm lasciando debordare i bordi di circa 2 cm. Punzecchiate il fondo con i rebbi di una forchetta, versate sopra il ripieno, stendetelo poi ricoprite con la restante pasta stesa sottilissima. Sigillate quindi i bordi pizzicando i due strati di pasta e formando un cordoncino. Pennellate la superficie con un cucchiaio di olio sbattuto con 2 cucchiai di acqua poi cospargetevi sopra i restanti semi di papavero.

Cuocete la torta in forno già caldo a 180°C per 30-40 minuti, finché la pasta in superficie apparirà dorata. Si può mangiare sia calda che fredda.