A Paladina, con Claudia Brunelli e Giorgio Cazzaniga, in un ambiente pieno di charme, una cucina d’autore che conquista!

La scelta è stata di quelle che solo i grandi sanno fare. Accettare una nuova sfida, rimettendosi in gioco, come fosse la prima attività. Ovvero, chiudendo il locale che li ha resi famosi e aprendone uno nuovo. Senza ripensamenti. Ma andiamo con ordine.
Quando si è presentata l’opportunità di prendere le redini di Casa Leone, un tempio della griglia, Claudia Brunelli e Giorgio Cazzaniga (foto d'apertura) del celebre ristorante Arti di Bergamo, da una vita molto legati da rapporto speciale di amicizia con il titolare di quel locale, patron Fulvio Leone, per motivi personali determinato a passare la mano, non hanno avuto esitazioni. Non appena l’amico ha parlato dell’ipotesi di voler lasciare il timone della storica attività, condividendo l’auspicio che fossero loro a proseguirne la gloriosa storia, la risposta è stata subito positiva, senza alcun tentennamento. Morale. In pochi mesi han lasciato il ristorante dove son diventati famosi, e oggi vi aspettano a Paladina, in una sorta di deliziosa casetta delle fiabe, con salette romantiche con travi a vista, gli arredi che fanno sentire a casa, lo splendido giardino dove è una meraviglia stare nella bella stagione. La loro svolta, anche nella proposta gastronomica.
casaleone-lui che stappa.jpgI lettori de IlGolosarioRistoranti - GattiMassobrio ricorderanno Arti come una tavola d’eccellenza di cucina di mare. Ebbene, essendo Casa Leone noto paradiso dei carnivori, dopo aver deciso di non snaturarne l’anima, hanno studiato e avviato contatti con i migliori macellai per assicurarsi tagli di eccellenza, e presa confidenza con le tecniche più raffinate per trattare le carni, con entusiasmo, hanno aperto nel solco della storia dell’insegna.
Con Claudia, che, da grande cuoca qual è, assicura sempre anche piatti di alta cucina italiana. Con i vini della splendida cantina, che è invece la passione di Giorgio.
casaleone-con bottiglia.jpgDa un menu che oggi come ieri parla la lingua del gusto, nel rispetto della stagionalità delle materie prime. Per iniziare potrete gustare una tartare di cavallo ammorbidita da burrata o una pregevole selezione di affettati del territorio.
casaleone-carne cruda.jpgTra i primi, per chi ama il riso, sarà festa del palato con il risotto con porcini e mirtilli. Altrimenti, pasta fatta in casa, con in tavola “scarpinocc”, rigorosamente fatti a mano, e serviti con burro e salvia.
Di secondo, momento clou del vostro percorso con i diversi tagli di carni (costata, Fiorentina e filetto) di manzo, cavallo e asino, che potrete avere alla brace.
casaleone-bistecca.jpgA chiudere, felicità con leccorniosa crostata ai fichi e rinfrescante sorbetto ai fiori di sambuco.
casaleone-dolce.jpg

Casa Leone

via Piave, 6
Paladina (Bg)
Tel. 035637020