• ilGolosario
  • ilGolosario
  • ilGolosario
  • ilGolosario
  • ilGolosario
  • ilGolosario

Cerca tra 2565 ristoranti, 3165 cantine, 4378 negozi e molto altro

CERCA
Chiudi Menu

Le Notizie del giorno 16/03/2018

La Notizia

La Notizia

Liguria in piazza nel nome del pesto. Prosegue la settimana di eventi e iniziative promosse in tutta la regione per celebrare la salsa verde più famosa. E mentre è già partita una raccolta firme per candidare il pesto a diventare patrimonio dell’Umanità, la festa culminerà con il campionato mondiale del pesto al mortaio, in programma domenica a Genova, nelle sale di Palazzo Ducale. (Corriere della Sera) @ “I partiti sono ormai superati, bisogna ripartire dalle comunità per favorire la partecipazione delle persone”. Carlo Petrini - figura di riferimento intellettuale per la sinistra - su La Stampa commenta il post-elezioni e annuncia le comunità “Laudato sì”, che presenterà oggi in Vaticano: un documento politico che pone in relazione i disastri ambientali con la distruzione della vita per i più poveri, “l’affermazione dell’ecologia integrale, di quell’educazione a tutelare l’ambiente per difendere al tempo stesso le condizioni di vita dell’uomo”. @ Nessun riferimento alla mafia sulle insegne dei ristoranti. La decisione arriva dal Tribunale UE, che ha bocciato la proposta di marchio commerciale per la catena spagnola di ristoranti “La Mafia se sienta a la mesa” (“La Mafia si siede a Tavola”). Un brand che per i giudici di Lussemburgo “E’ contrario all’ordine pubblico” e promuove Cosa Nostra come sinonimo di qualità in contrasto con le regole base del buon gusto. (La Stampa) @ Ferrero prima per reputazione a livello globale. Nella classifica annuale stilata dal Reputation Institute, l’azienda dolciaria di Alba guida il gruppo dei marchi italiani di cibo e, insieme a Armani, Pirelli, Barilla e Lavazza compone la rosa delle compagnie italiane inserite nella Top 50. Sul podio mondiale sale invece Rolex, seguita da Lego e Google. (Libero) @ Addio a due insegne storiche del commercio alessandrino. Dopo 63 anni di attività chiude la polleria-gastronomia Boano di via San Lorenzo. A dare l’annuncio è Valentina Frezzato, che su La Stampa di oggi raccoglie lo sfogo del titolare, Luigi Boano: “Per il commercio tradizionale tutto è cambiato completamente”. Intanto, poco distante abbassa le serrande anche Guidetti, il cocktail bar che per anni è stato un punto di riferimento per la città sotto la guida del patron Roberto Guidetti.

Refettorio Paris e l'arrivo di Bartolini tra le colline del Monferrato

Refettorio Paris e l'arrivo di Bartolini tra le colline del Monferrato

Bottura sbarca a Parigi, però con uno dei suoi Refettori. Il grande progetto benefico ideato in occasione di Expo2015 arriva nella cripta della chiesa della Madeleine che sarà anche abbellita dalle opere d’arte dell’artista Jr. “Da Milano a Parigi nei miei Refettori il cibo è dignità” ha spiegato lo chef intervistato da Eleonora Cozzella su Repubblica. @ Bartolini apre in Monferrato: lo chef curerà in Piemonte la cucina del Relais del Sant’Uffizio a Cioccaro di Penango (At). Lo chef ha scelto di celebrare questa nuova apertura con una cena organizzata in occasione di Golosaria Monferrato, sabato 7 aprile. A questo link il menu. Sempre in tema Monferrato la polenta di Camino arriva su RaiUno: sarà raccontata nel corso della trasmissione Buono a sapersi di Elisa Isoardi. @ Dopo il caso di Mario Pianesi, di diete pericolose e falsi esperti si parla anche su QN nella pagina di SOS Salute con l’esperto Donegani che dice: “L’alimentazione deve essere il più possibile varia a tutte le età, per stimolare positivamente la flora batterica intestinale”. Il segreto della dieta è invece la semplicità secondo il medico Franco Berrino che lo spiega in un nuovo libro “Ventuno giorni per rinascere. Il percorso che ringiovanisce corpo e mente” (Mondadori). Cereali, frutta, verdura, attività fisica e regolartità nei pasti sono alla base del percorso di rinascita. (Venerdì di Repubblica) @ Al Sud Italia decollano le denominazioni di qualità con un aumento dei produttori del +4,4% nell’ultimo anno. Tra i casi più eclatanti quello della cipolla di Tropea che insieme a arance di Ribera e pistacchi di Bronte ha acquisito fama internazionale. (Il Venerdì di Repubblica) @ In Francia scoppia il caso di un fornaio multato dal fisco per aver lavorato troppo: tutti i giorni durante l’estate. Ma lui non ci sta e dice: “Non pago, i clienti sono dalla mia parte”. (Corriere della Sera)

La fotonotizia di oggi

La fotonotizia di oggi

"A Tavola a 30 metri". E’ il titolo scelto dal Corriere della Sera di Torino per segnalare l’appuntamento con Bora on Air, il cubo di cristallo installato dall’azienda tedesca specializzata in aspirazioni da piano che fino a sabato volteggerà nei cieli del capoluogo sabaudo, nell’area antistante il Pala Alpitour, con una serie di eventi e dimostrazioni volte a celebrare il connubio tra il cibo e le tecnologie di cucina più innovative. Ad aprire le danze, ieri mattina, lo showcooking di Mariangela Susigan del ristorante Gardenia di Caluso, moderato dal nostro Paolo Massobrio.

Il mecenatismo di Gordon Ramsay e storie tra i fornelli

Il mecenatismo di Gordon Ramsay e storie tra i fornelli

Personaggi famosi che scendono in campo per “regalare” ristrutturazioni a sorpresa a chi non può permetterselo. E’ il cuore della trasmissione online “My Houzz”, che recentemente ha visto protagonista Gordon Ramsay, sponsor del restauro in casa di Christina Wilson, vincitrice della decima edizione di Hell’s Kitchen. (Repubblica) @ “Dopo aver detto no a tutti i reality torno in TV con chef Scabin”. La presentatrice torinese Cristina Chiabotto annuncia sul Giornale il suo ritorno sul piccolo schermo (Canale 5) a fianco dello chef piemontese nella trasmissione “I menù di Giallo Zafferano”. E a proposito del suo rapporto con la cucina confida: “Ai fornelli me la cavo e mi piace mangiare”. @ Da Leggere, su Repubblica, anche la storia di Barbara Borghi e Manuela Taddeo, le cake-designers di Mabanuby le cui creazioni “fatte di zucchero e passione” hanno conquistato il titolo di torte-sculture. @ Sulle pagine di Repubblica anche l’intervista a Anna e Claudio Vicina, i coniugi-chef del ristorante di Eataly Lingotto “Casa Vicina” che raccontano la loro vita (insieme) tra i fornelli. “Lavoriamo in un ristorante che è nel sotterraneo. Come minatori. E appena possiamo stiamo all’aria aperta”. E ancora:” Tra i clienti abbiamo avuto Pogba, Ibrahimovic e molti calciatori. Raiola è un amico, voleva aprire un locale con noi”.

Rubriche

Rubriche

Revival minimalista per la Edgeworthia chrysantha; la pianta “con i fiori d’oro dal profumo vintage” torna di moda nei giardini. Paolo Pejrone su La Stampa di oggi. @ Sul Corriere della Sera Luciano Ferraro celebra i vini “no lusso” che sorprendono con etichette che non superano i 15 euro; dal Valpolicella che batte l’Amarone al Kerner. Una classifica guidata, per i vini rossi, da una bottiglia a cui siamo particolarmente legati: La Monella di Giacomo Bologna. @ Gianni e Paola Mura sul Venerdì di Repubblica recensiscono i piatti del Grotto Bundi di Mendrisio e da bere consigliano il Frank! 2015 prodotto da Barollo a Preganziol (Treviso), top hundred di Papillon di quest’anno. @ Altro tour goloso per Roberto Perrone, questa settimana in visita a Genova “tra trofie, pesce e minestrone”. (E pesto, of course!)

L'assaggio

L'assaggio

Al ristorante Nesis (via Milano, 68 - tel. 0362 508806) di Cesano Maderno. Un locale che incarna la nostra filosofia, dove la famiglia Milo propone una cucina di mare e mediterranea a tutta gola, con una selezione di vini esaltante. Tra i piatti da non perdere, la patata tonno crudo e pesto e l’aragosta con crema di peperoni e burrata. Quindi il risotto con gamberi e zucchine, i paccheri con i ricci di mare e il baccalà mantecato su catalana di verdure. Su ilGolosario.it la sosta di Massobrio e Gatti. 

Il Vino

Il Vino

E’ il Bardolino Chiaretto 2016 prodotto dall’azienda agricola Monte del Frà (tel. 045510490) di Sommacampagna (VR). Prodotto da uve corvina, rondinella e, in piccola percentuale, sangiovese, ha colore rosa tenue, al naso i profumi di piccoli frutti si accompagnano bene alla nota erbacea. In bocca ad emergere è soprattutto la freschezza, la nervosa acidità.

CONDIVIDI
Facebook Twitter GooglePlus