Non lontano dal confine francese la cucina convincente di Antonio Buono

La notizia, carpita quasi per caso in qualche rivista, non poteva passare inosservata.
In una piccola frazione di Ventimiglia, Trucco, sulla statale del col di Tenda, uno degli storici aiutanti di Colagreco del Mirazur, Antonio Buono con la moglie Valentina, anche lei proveniente dallo stesso staff, hanno aperto a febbraio un loro locale Casa Buono, ma subito dopo c’è stato il blocco per il coronavirus e da due mesi hanno ripreso il loro cammino verso la realizzazione di una cucina semplice ma concettuale, improntata alla ricerca delle materie prime fresche locali trattate con intelligenza, leggerezza e originalità in un contorno di ambiente elegante ma essenziale, in cui cordialità e gentilezza colpiscono per la loro spontaneità. Queste impressioni sono state le prime reazioni al nostro arrivo in quella frazioncina non lontana dal confine francese. Quattro case e chiesa, un ampio parcheggio davanti, la facilità strategica di raggiungere il locale sia dal Ponente ligure sia dalla vicina Francia attraverso la Genova-Nizza sono altri non trascurabili particolari che favoriscono l'afflusso bipartisan di commensali multilingue che Valentina sa accogliere con affabilità, professionalità e con un ottimo inglese, oltre ovviamente con un francese quasi seconda lingua.

La piccola sala con vista aperta sulla cucina si presenta in stile rustico ma curato. I tavoli sono senza tovaglia, ma i piatti vengono serviti su centrini e tovagliette vezzose e le posate, puntualmente cambiate a ogni porta, di stile raffinato.
casabuono-bancone.jpgVarcata la soglia pare di essere accolti da vecchi amici per un ritrovo festoso. Il menu stesso è modellato su quanto il mercato del giorno e la stagionalità del loro orto, altro orgoglio dei Buono, offrono. 
Cinque portate sole che compongono, con porzioni a loro dire ridotte ma comunque più che sufficienti, il menu del giorno a 40 euro. È comunque possibile ordinare dalla carta uno o più dei 5 piatti elencati con porzioni in questo caso più abbondanti. Interessante anche la presenza di una scelta di formaggi, soprattutto piemontesi e francesi che nel menu si possono sostituire al dolce, come ha fatto il sottoscritto.
casabuono-formaggi.jpgVista la situazione io e mia moglie, spalla indispensabile delle mie scorribande enogastronomiche, per avere un quadro completo abbiamo optato per il menu che riporto a parte in foto.
casabuono-menu.jpgMai scelta fu più felice. Armonia di ingredienti, freschezza realizzativa, fantasia interpretativa, eleganza e sapidità al palato i commenti che sorgono spontanei. Ogni piatto ci ha suggerito sensazioni diverse ma tutte finalizzate a una grande piacevolezza. La scuola Colagreco docet? Sette anni di vita al Mirazur non si potevano non sentire, ma a mio parere è subito chiara una vena interpretativa più italica ad ampio raggio, mediterranea (non dimentichiamo l'origine campana dello chef). Più deciso e convinto l'utilizzo delle materie prime sia locali (vedi seppie, gamberoni di Sanremo, finferli) sia di altre regioni italiane (vedi la cipolla di Giarratana, olive nere e bottarga di tonno), più convincente il tentativo di muoversi nell'ambito del gusto territoriale rendendosi meno schiavo del cosiddetto stile internazionale.
casabuono-funghi.jpgIl Ponente ligure, già oggi ricco di certezze gastronomiche, si arricchisce dunque di un altro importante locale di riferimento foriero di ulteriori progressi. Perché se oggi parliamo di un fantastico risotto mantecato alla provola e bottarga di tonno,
casabuono-risotto.jpgdi un connubio delizioso tra la cipolla di Giarratana, i frutti di mare e il gamberone,
casabuono-cipolla.jpgse la ricciola ci ha soddisfatto in pieno, confidiamo in futuro su una lista vini un po' più articolata sulle scelte locali.
casabuono-pesce.jpgOra predominano i vini di Selvadolce, azienda biodinamica di Bordighera, peraltro assai interessante e noi abbiamo degustato il loro Turbolento, versione Pigato-Vermentino con fermentazioni sui lieviti in bottiglia. Intrigante. Ovvia una buona presenza di vini d'Oltralpe. 

Casa Buono

corso Cuneo 28 sulla statale Col di Tenda
Trucco di Ventimiglia  
tel.  3405188538 - 01841760006
Chiuso il mercoledì aperto gli altri giorni dalle 19, 30 alle 22
Il sabato e la domenica anche a mezzogiorno 12, 30-14 
ristorantecasabuono.com 
info@ristotantecasabuono.com