Questa ricetta del recupero degli avanzi è collegata a quella pubblicata ieri relativa alla preparazione dell'oca in umido con verdure e polenta. Se avete avanzato qualcosa del pranzo della domenica potrete così impiegarlo nella preparazione di questo succulento risotto, evitando sprechi

Ingredienti per 4 persone

  • 280 g di riso Carnaroli o Vialone Nano
  • 1 coscia di oca stufata avanzata (vedi Oca in umido con verdure e polenta)
  • 1 scalogno
  • 1 cucchiaio di granulare vegetale per brodo, senza glutammato
  • 1 cucchiaio di doppio concentrato di pomodoro
  • 4 cucchiai di vino bianco secco
  • 1 scalogno
  • 1 noce di burro
  • olio extravergine di oliva
  • sale e pepe nero

Informazioni aggiuntive

TIPO PORTATA

Primo piatto

ESECUZIONE

Bassa

PREPARAZIONE

Spolpate la coscia di oca e tagliate la carne a cubetti molto piccoli, quasi tritata. Se avete messo in frigo la pentola con il suo fondo di cottura, unite a esso poco più di un litro di acqua, portate a ebollizione e aggiungete il granulare vegetale; diversamente, preparate il brodo con il solo granulare vegetale. Tritate lo scalogno e fatelo stufare adagio in un tegame. Unite il riso, fatelo tostare mescolando con un cucchiaio di legno, sfumate con il vino bianco, lasciatelo evaporare, poi bagnate con 2 mestoli di brodo bollente. Aggiungete quindi il concentrato di pomodoro e la polpa di oca tritata e portate il riso a cottura versando altro brodo a mano a mano che il riso lo assorbe. A cottura ultimata, mantecate con il burro diviso a fiocchetti. L’aggiunta del formaggio è facoltativa.

Suggerimento: se la domenica vi è avanzata della polenta e l’avete conservata in frigo, il lunedì o il mercoledì potete tagliarla a fettine, disporla in una teglia imburrata e utilizzarla come se fosse la base di una pizza condendola con pomodoro e mozzarella e acciuga o prosciutto. In alternativa potete passarla al disco grande del passaverdura, aggiungervi un poco di latte bollente e riportarla a ebollizione mescolando. Unitevi quindi un poco di formaggio semistagionato che fonda bene e, se volete, un pezzetto di burro.

A questo link la ricetta dell'oca in umido con verdure e polenta

ilGolosario 2023

DI PAOLO MASSOBRIO

Guida alle cose buone d'Italia

ilGolosario Ristoranti 2023

DI GATTI e MASSOBRIO

Guida ai ristoranti d'Italia