Per la pasta
425 gr di farina 00
50 gr di farina di castagne 
25 gr di farina di malto d'orzo aromatic
400 gr di tuorlo d'uovo (20 tuorli)

500 gr di seiras (ovino, caprino, vaccino)
500 gr di zucca di Piozzo
parmigiano timo salvia rosmarino sale  pepe e noce moscata

robiola di Roccaverano n°1
100 gr panna tartufo nero 

Per la pasta:
Setacciare tutte le farine e, con l'aiuto di un’impastatrice, unire il tuorlo d'uovo a pasta gialla. L'impasto non avrà bisogno di acqua. Una volta terminata la lavorazione lasciar riposare.

Nel frattempo pulire la zucca e tagliarla a cubetti regolari, in una vaporiera mettere 50% di acqua e 50% di birra Super Baladin, per conferire alla zucca delle note "birrose" portare a cottura, raffreddare, frullare e aggiungere al seiras; aggiustare di sapore con il parmigiano, il trito di erbe, sale, pepe e noce moscata.

In un pentolino a bagno maria mettere la robiola con la panna e fondere.

Stendere la pasta con la sfogliatrice e farcire con l'aiuto di un sac à poche formando una striscia di pallini per poter rigirare la pasta e pizzicare per chiuderla formando il "plin".

Cuocere in abbondante acqua bollente salata, condire con burro fuso, salvia e timo.
Sul fondo del piatto mettere la fonduta di Roccaverano, adagiare i raviolini e chiudere con una generosa grattata di tartufo nero.