I ravioles sono degli gnocchi di patate tipici della Valvaraita arricchiti con formaggio tipico locale, un tempo preparati nelle grandi occasioni per celebrare matrimoni o battesimi

Ingredienti

  • 1 kg di patate rosse di montagna
  • 400 g di farina di grano tenero (compresa quella per infarinare)
  • 300 g di tomino di Melle
  • 2 uova
  • 70 g di burro
  • 4 cucchiai di Grana Padano grattugiato o di Bra duro
  • 8-10 foglie di salvia fresca
  • sale, pepe di mulinello

Informazioni aggiuntive

TIPO PORTATA

primi

ESECUZIONE

media

PREPARAZIONE

20 min

COTTURA

20 min

PREPARAZIONE

Lavate le patate senza sbucciarle, lessatele, sbucciatele ancora calde quindi passatele al setaccio o allo schiacciapatate e disponetele sulla spianatoia a intiepidire.

Schiacciate bene il tomino con una forchetta poi distribuitelo sulle patate; unite la farina, le uova, salate, pepate e impastate fino a ottenere un composto omogeneo e non appiccicoso, ma senza lavorare troppo l’impasto.

Tagliate la pasta a pezzi, fateli rotolare con le mani sulla spianatoia infarinata in modo da formare tanti bastoncini poi tagliateli a pezzetti lunghi 1,5-2 cm. Passate quindi ogni gnocchetto tra i palmi delle mani (facendo il gesto di sfregarvele) in modo da dargli una forma affusolata. Dovranno diventare lunghi 4-5 cm.

In una larga padella fate rosolare il burro con la salvia fino a farlo imbiondire leggermente, ma senza farlo scurire. Cuocete “les ravioles” in 3-4 tornate in abbondante acqua salata; scolatele man mano con una schiumarola e depositatele nella padella con il burro. Spolverizzatele con il Grana grattugiato, fatele saltare velocemente e servitele immediatamente.