A Bergamasco per acquistare tagli di Fassone Piemontese, bue grasso, salumi, piatti di gastronomia e persino il tartufo

Alle porte di Alessandria, e più precisamente a Bergamasco, località a ridosso delle colline del Monferrato, c'è un autentico tempio laico della carne, da sempre solido punto di riferimento per ristoratori e consumatori attenti. Tra i numerosi ristoranti top che qui si approvvigionano, citiamo per tutti una nostra corona radiosa, il LeonFelice della famiglia Moretti di Erbusco (Bs).
E il guru di questa miniera del gusto a dimora in una minuscola piazzetta, aperta dagli avi nel lontano 1938, ha un nome e un cognome: Gian Paolo Guastavigna.
Attento selezionatore di capi bovini di razza Fassone piemontese (femmine e castrati) presso piccole stalle di fiducia della zona, e anche scrupoloso allevatore pluripremiato alla fiera del Bue Grasso di Carrù e di Moncalvo, coltiva questa passione con una dedizione davvero smisurata e invidiabile.

“Abitazione-Negozio-Macello-Stalla”. Ecco una contiguità di spazi fisici annessi tra loro che sono anche sintesi perfetta di una intera famiglia. E già, perché al fianco di Gian Paolo ci sono due figure insostituibili (anche dal punto di vista operativo): la moglie Maria Teresa e la figlia Valentina, sempre schierate in prima fila accanto a lui.

Ma è tempo, ora, di avvicinarsi al bancone del negozio e scegliere tra le meravigliose proposte che fanno capolino dietro la vetrina: tutti i tagli di prima qualità (filetto, controfiletto, girello, fesa, scamone, costate...) di Fassone piemontese e, in questo periodo di festività natalizie, anche del sommo Bue Grasso, il Re indiscusso dei bovini, che viene castrato entro gli otto mesi di vita, e poi “ingrassato” per circa cinque anni (si definisce “bue” solo dopo il 48° mese), finché non arriva a pesare più di 12 quintali. È una carne davvero speciale, magra e delicata, particolarmente saporita e gustosa.

Attualmente, Gian Paolo ne ha una decina di capi nella stalla di proprietà, con alcuni esemplari che hanno raggiunto i 13 quintali di peso. Non mancano altre prelibatezze come la salsiccia di Bra, cotechini fatti a mano, salumi della tradizione piemontese, tra i quali il Prosciutto Crudo di Cuneo Dop, e alcune chicche casearie come la robiola di Roccaverano.
Sempre in questo periodo si possono scegliere anche piatti di gastronomia fresca da abbinare ai tagli di carne. Eccellenti i peperoni in bagna cauda, l'insalata russa, i cardi gobbi di Nizza Monferrato. Non mancano agnolotti, plin e cappelletti. Chiudiamo la visita a questa macelleria da urlo con sua maestà il tartufo. Qui lo trovate fresco, appena disotterrato dai pianori e dai terreni boschivi compresi tra Bergamasco e Nizza. E sapete il perché? Non abbiamo ancora detto che Gian Paolo Guastavigna è riconosciuto (anche) come il più abile ed esperto trifolao del Monferrato!!!

Macelleria Guastavigna
Bergamasco (Al)
piazza Barberis, 18
tel. 0131777188
Apertura: dal lunedì al giovedì dalle ore 7:45 alle ore 13:00
venerdì e sabato anche al pomeriggio fino alle ore 19:30