Un contorno facile e leggero e soprattutto "vegan" per un gratin saporito

Ingredienti

  • 1 kg di finocchi
  • 6 dl di latte d’avena
  • 45 g di farina
  • 2 cucchiai di pangrattato
  • 2 cucchiai di pinoli, mandorle, noci o semi di girasole
  • olio extravergine di oliva
  • sale, pepe e noce moscata

Informazioni aggiuntive

TIPO PORTATA

contorni

ESECUZIONE

media

PREPARAZIONE

30 min

COTTURA

45 min

PREPARAZIONE

Mondate i finocchi, divideteli in quarti e lavateli accuratamente. Tagliate quindi ogni quarto di finocchio a spicchi spessi circa un centimetro e mezzo e cuoceteli in una pentola a triplo fondo con coperchio a tenuta perfetta con meno di mezzo bicchiere di acqua. Una volta raggiunta l’ebollizione, mettete la fiamma al minimo. In questo modo, se non c’è evaporazione all’esterno, i finocchi cuoceranno con l’acqua in essi contenuta senza dispersione di sostanze nutritive che comporterebbe la cottura in abbondante acqua. Spegnete quando sono ancora ben al dente e lasciateli nella pentola coperta ancora per 5 minuti. Se la pentola è a fondo molto spesso, cuoceranno ancora a fiamma spenta.

Nel frattempo, scaldate 4-5 cucchiai di olio in una pentola poi unite la farina mescolando con una frusta. Rimestate per circa un minuto poi versate in più riprese il latte bollente a filo, sempre mescolando per evitare la formazione di grumi. Dopo aver versato tutto il latte cuocete per un paio di minuti dalla ripresa del bollore. Regolate di sale, pepe e noce moscata.

Ungete di olio una capace pirofila in modo da avere uno strato di finocchi spesso circa due dita. Versate sopra la besciamella facendola penetrare in mezzo ai finocchi, livellate la superficie e spolverizzate con il pangrattato mescolato con la frutta secca. Irrorate la superficie con gocce di olio fatte cadere da un pennello e fate gratinare in forno già caldo a 190- 200°C per una ventina di minuti.