Delicati e buoni, i cipollotti si prestano a molte ricette. Scopri con noi come acquistarli, conservarli, pulirli e usarli in cucina!

  1. Cipollotti: cosa sono?
  2. quando acquistarli e come conservarli
  3. come si puliscono
  4. Come cucinare i cipollotti
  5. Le ricette
  6. Cipollotti: proprietà

Cipollotti: cosa sono?

I cipollotti sono i bulbi immaturi delle cipolle che, già in questo loro primo stadio di vita, racchiudono numerose proprietà benefiche per l’organismo e anche un grande valore dal punto di vista gastronomico. Hanno una consistenza più morbida delle cipolle e generalmente un aroma più delicato. Si dividono in due categorie: bianchi e cipollotti rossi.

Se la consistenza tra le due varietà non cambia, il sapore tra un cipollotto rosso e un cipollotto bianco cambia notevolmente: la qualità rossa è infinitamente più tenue come aroma rispetto alla bianca – che ha aroma più pungente – e spesso ha un retrogusto dolciastro.

cipollotti-con-barba.jpg

quando acquistarli e come conservarli

Il cipollotto è una pianta aromatica originaria della Siberia sud-occidentale, coltivato in Cina da oltre 2000 anni, in Europa fu introdotto solamente nel Sedicesimo secolo. Oggi sono presenti tutto l'anno, coltivati in serre, ma la stagione naturale per trovarli freschi è l'inizio della primavera.

Al momento dell'acquisto bisogna scegliere quelli più sodi, senza macchie, segni di marcitura e troppa terra ancora attaccata. Meglio ancora se il gambo verde è tagliato di fresco.
Poiché si rovinano molto facilmente, per poterli preservare più a lungo è consigliabile conservarli in un luogo areato, asciutto e buio, disponendo i bulbi in uno strato sottile in modo che l'aria possa circolare. Si possono farne dei mazzetti utilizzando la rafia e appenderli in un luogo che abbia le caratteristiche che abbiamo appena indicato.
In frigo, si conservano per 3-4 giorni, chiusi in un contenitore ermetico per evitare che l'odore si trasferisca sugli altri alimenti.
cipollotti-fiori.jpg

come si puliscono

Dopo averli lavati accuratamente, eliminando ogni traccia di terra, bisogna togliere la barbetta e tagliare la parte verde arrivando fino a un centimetro dalla testa. Poi dividete in metà il cipollotto in lunghezza e affettatelo sottilmente con un coltello.
Un piccolo trucco per evitare di lacrimare, benché il cipollotto non faccia lacrimare come la cipolla, consiste nel lasciarlo in ammollo in acqua fredda per almeno dieci minuti prima di procedere con il taglio.
cipollotti-affettati.jpg

Come cucinare i cipollotti

L’ideale è consumarli crudi: in insalata o aggiunti a fine cottura nelle zuppe di legumi, come la pasta e fagioli della tradizione napoletana. Se li trovate troppo forti, affettateli e lasciateli a bagno con un po’ di aceto rosso, il sapore sarà attenuato!
Ottimi anche cotti: grigliati, gratinati, in vellutata, come fondo di cottura o abbinati con fantasia ad altri ingredienti. Si può utilizzare anche la parte verde, che arricchisce di sapore frittate o sughi.

Quelli bianchi, dal sapore più acre, sono ideali per pinzimoni, cotti alla griglia o per accompagnare pesci dal sapore più deciso, come sgombri, alici e tonno.
Quelli rossi sono ottimi cucinati in agrodolce (fateli rosolare per pochi minuti in un filo di olio, aggiungete  un pizzico di sale e poi due cucchiaini di zucchero di canna. Bagnate con due cucchiai di Aceto balsamico di Modena, mettete il coperchio e fate cuocere per circa 30 minuti; aggiungete un poco di acqua se necessario).

Le ricette

Cipollotti novelli agrodolci
Torta salata di pane con cipollotti e pancetta affumicata
Spaghetti con pomodorini, speck e cipollotti
Sformato di ceci con salsa di cipollotti

Cipollotti: proprietà

I cipollotti sono ricchi di sodio, potassio, calcio, fosforo. Le loro proprietà benefiche sono numerose: sono diuretici, decongestionanti e depurativi. Sono utili per la salute del cuore e del sistema circolatorio: i composti solforati agiscono sulla concentrazione di colesterolo nel sangue e sull'elasticità vascolare, e lo zolfo agisce come antibatterico (soprattutto delle vie urinarie) e per il buon funzionamento del cuore.

Come tutti gli ortaggi della famiglia degli allium, hanno proprietà antitumorali. Sono consigliati a chi soffre di digestione lenta. Inoltre sono ipocalorici e pertanto consigliati nelle diete per il controllo del peso.