La meringata con fragole e panna è una torta elegante e scenografica, oltre che fresca e molto golosa, ideale da servire al termine di un pranzo importante o per un'occasione di festa.

Ingredienti

  • 170 g di albumi (circa 4)
  • 240 g di zucchero a velo o semolato finissimo
  • 300 g di fragole
  • 300 g di panna fresca da montare

Informazioni aggiuntive

TIPO PORTATA

dolci

ESECUZIONE

media

PREPARAZIONE

15 min

COTTURA

130 min

PREPARAZIONE

Mettete gli albumi in un polsonetto, unite lo zucchero, appoggiate il recipiente su una pentola con acqua in leggera ebollizione e sbattete energicamente con una frusta finché gli albumi risulteranno ben montati e il composto sarà denso, cremoso, lucido e scenderà lentamente dalla frusta a nastro. Togliete dal bagnomaria e lasciate raffreddare.

Disegnate 2 dischi di 20-22 cm di diametro su un foglio di carta da forno (uno di fianco all’altro) poi adagiateli su una larga placca (la parte disegnata va rivolta verso il basso). Mettete la meringa cotta in una tasca da pasticciere con bocchetta liscia di 8-10 mm e fatela scendere a spirale procedendo dall’esterno verso l’interno formando dei cerchi vicini in modo da ottenere 2 dischi di meringa spessi 1,2-1,5 cm. Cuoceteli in forno già caldo a 100°C per quasi 2 ore.

Nel frattempo, con la meringa rimasta, fate scendere dei ciuffetti (30-35) delle dimensioni di mezza noce su un’altra teglia e, dopo aver tolto i dischi di meringa dal forno, cuoceteli alla stessa temperatura per circa un’ora e un quarto. Montate la panna con una frusta quindi incorporatevi le meringhette sbriciolate (tranne 7).

Sistemate un disco di meringa su un piatto e spalmatelo con uno strato di composto di panna e meringa (poco più di un terzo). Coprite con alcune fragole tagliate a fettine quindi appoggiate sopra il secondo disco e spalmate bordi e superficie con la panna rimasta. Decorate la superficie con le restanti fragole affettate non troppo sottili e guarnite i bordi e il centro della torta con le meringhette tenute da parte. Conservate 2 ore in frigorifero prima di servire.