Questa storica ricetta di origine alessandrina prevede una lunga cottura della carne nel vino per un risultato saporito e aromatico

Ingredienti

  • 500 g di carne di manzo adulto o vacca
  • 2 coste di sedano
  • 1 cipolla
  • 1 carota
  • 3 spicchi d’aglio
  • 40 g di lardo
  • 1 mazzetto aromatico (alloro, rosmarino, salvia, timo)
  • 1/2 litro di Barbera corposa invecchiata
  • 2 bicchieri di brodo vegetale
  • olio extravergine di oliva
  • sale, pepe

Informazioni aggiuntive

TIPO PORTATA

secondi

ESECUZIONE

difficile

PREPARAZIONE

20 min

COTTURA

150 min

ALTRO

3 ore riposo

PREPARAZIONE

Tagliate la carne a pezzettini piccolissimi o sminuzzatela al coltello. Mettete la carne così tagliata in una ciotola, unite il lardo battuto, l’aglio diviso in metà, il mazzetto aromatico e le verdure tagliate a grossi pezzi, mescolate e fate riposare in frigorifero per alcune ore.

Prelevate i pezzi di cipolla dalla carne, tritateli e fateli appassire in un tegame in poco olio. Aggiungete la carne con gli aromi e le verdure, fatela rosolare un poco poi bagnatela con un bicchiere di vino bollente. Fate evaporare, regolate di sale e pepe, bagnate con il restante vino, mettete il coperchio e cuocete a fuoco dolce per quasi 2 ore.

Verso metà cottura, eliminate le verdure a pezzi e il mazzetto aromatico. Quando il vino risulterà pressoché consumato, aggiungete un poco di brodo. Non aggiungete mai vino verso fine cottura perché non perderebbe l’acidità. Servite con polenta.