Questo secondo piatto è un classico della cucina italiana, originaria del Lazio, ideale in ogni occasione

Ingredienti

  • • 1 kg di seppie, 500 g di piselli (anche congelati)
    • 200 g di pancetta affumicata in 2 fette
    • una manciata di capperi
    • 1 cipolla
    • 1 carota
    • 1 costa di sedano
    • un ciuffo di prezzemolo
    • vino bianco
    • olio EVO
    • sale
    • peperoncino piccante

Informazioni aggiuntive

TIPO PORTATA

secondi

ESECUZIONE

media

PREPARAZIONE

15 min

COTTURA

30 min

PREPARAZIONE

Pulite, lavate e tagliate le seppie a striscioline. Lavate e tritate la cipolla, la carota e il sedano. Fate quindi rosolare questi odori in una padella con un filo d’olio e, una volta dorati, aggiungete le seppie e fatele ben insaporire sfumando con un po’ di vino bianco. Coprite quindi la padella e fate cuocere per circa una ventina di minuti bagnando eventualmente con un po’ di acqua calda, per evitare che il sugo si asciughi troppo.

Nel frattempo tagliate la pancetta a dadini e fatela rosolare in una padella con un po’ d’olio, aggiungete i piselli (fuori stagione potete naturalmente utilizzare anche piselli congelati) e fate cuocere qualche minuto finché i piselli non risulteranno quasi cotti. Aggiungete i piselli e la pancetta nella padella contenente le seppie, unite i capperi, regolate di sale e pepe e continuate la cottura per altri 5-10 minuti o comunque fino a quando le seppie non risultano tenere e ben cotte.

Spolverizzate di prezzemolo tritato e servite le seppie calde accompagnate con i piselli e il sughetto di cottura.