Una ricetta invernale per un secondo piatto a base di carne che risulta, grazie alla lenta cottura, gustosa e molto morbida

Ingredienti per 10 persone

  • • 1,8 kg di reale di bue
    • 120 g circa di guanciale tagliato a bastoncini (1 cm di lato)
    • 1 grossa costa di sedano
    • 2 grosse carote
    • 1 grossa cipolla
    • 1 spicchio d’aglio
    • 1 mazzetto aromatico (timo, rosmarino, salvia, alloro)
    • 7,5 dl di birra doppio malto
    • 2 bicchieri di brodo vegetale
    • 1 noce di burro
    • olio extravergine di oliva
    • sale, pepe di mulinello

Informazioni aggiuntive

TIPO PORTATA

secondi

ESECUZIONE

difficile

PREPARAZIONE

40 min

COTTURA

180 min

PREPARAZIONE

Appoggiate il pezzo di carne su un tagliere e, utilizzando l’apposito ago per lardellare, inserite all’interno alcuni bastoncini di carota e i bastoncini di guanciale facendo file alternate. Legate quindi il pezzo di carne con spago da cucina. Scaldate un filo di olio in un tegame e fatevi rosolare il pezzo di carne su tutti i lati. Quando rosolerete la carne sull’ultimo lato, salate, pepate e aggiungete il mazzetto aromatico, l’aglio e le verdure tagliate a pezzetti (compresi i ritagli di carota). Bagnate con un bicchiere di birra, fate evaporare un poco, poi aggiungete la restante birra, fate riprendere il bollore, mettete il coperchio e cuocete a fuoco dolce finché tutto il fondo di cottura sarà notevolmente ridotto. A questo punto versate un poco di brodo e proseguite la cottura finché la carne risulterà tenera (in totale almeno 2 ore e mezza).

Servite la carne affettata cosparsa con il fondo di cottura passato al setaccio. Come contorno potete servire delle cipolline borettane stufate, delle carote glassate o dell’insalata belga stufata alla birra con cubetti di pancetta affumicata.