Un secondo piatto a base di pesce accompagnato da polenta di riso, dal sapore delicato e di ottima digeribilità, adatta a chi è intollerante al glutine

Ingredienti

  • 250 g di farina di riso
  • 800 g di polpo, anche surgelato
  • 300 g di polpa di pomodoro in scatola
  • 2 spicchi d’aglio
  • 1 piccolo scalogno
  • 1 piccola carota
  • 1/2 costa di sedano
  • 1 punta di cucchiaino di miscela di 5 spezie tunisine (cannella, garofano, pepe, noce moscata e cardamomo), facoltative
  • 1 cucchiaio di prezzemolo tritato
  • olio extravergine di oliva
  • sale

Informazioni aggiuntive

TIPO PORTATA

secondi

ESECUZIONE

media

PREPARAZIONE

20 min

COTTURA

35 min

ALTRO

2 ore e 30 minuti riposo

PREPARAZIONE

Pulite il polpo eliminando l’occhio e la pelle che ricopre la sacca e la parte del corpo che precede le diramazioni dei tentacoli. Lavatelo bene poi tagliate i tentacoli a pezzi lunghi un paio di centimetri e la sacca a rettangoli.

Tritate il sedano, la carota e lo scalogno e fateli appassire in un tegame con gli spicchi d’aglio divisi in metà e un filo d’olio. Aggiungete la polpa di pomodoro e il polpo, mescolate e versate circa un bicchiere di acqua fredda, sufficiente a coprire a filo i pezzi del mollusco. Portate a ebollizione senza salare, eliminate l’aglio, profumate con le spezie, mettete il coperchio e cuocete per 40-50 minuti o anche più, finché il polpo sarà tenero.
A cottura ultimata unite il prezzemolo tritato e salate solo se necessario.

Nel frattempo portate a ebollizione un litro di acqua in una pentola a fondo pesante o antiaderente, salate, versate a pioggia la farina di riso mescolando con una frusta, portate a ebollizione e cuocete a fuoco dolce per almeno mezz’ora, mescolando sovente con un cucchiaio di legno. Servite con il polpo in umido.