La via toscana al peperoncino, in 200 varietà

Un borsellino tascabile di pelle rossa che contiene non monetine ma... peperoncino! È l’originale proposta di Rita Salvadori, donna bella e tosta, titolare di un’azienda agricola che a Bibbona (località Calcinaiola – tel. 3936209346) coltiva con sistema biologico/biodinamico oltre 200 varietà di peperoncino per un totale di 29.000 piante. E le lavora senza impiegare alcun additivo chimico.

Il borsellino curioso, chiuso da una zip, racchiude dieci pipette di vetro con circa 1,5 grammi di polvere di peperoncino in stuzzicanti varianti. C’è lo Scotch Bonnet per la carne, l’Erotico per le zuppe, l’Ajì e l’Habanero Fatali per il pesce, il piccante e profumato Habanero Red Savina, il persistente Bhut Jolokia, l’aromatico Naga Yellow, il deciso Jalapeño ideale per tutte le pietanze e il Naga Morich, il più piccante al mondo. Un’opportunità comoda, ma anche divertente per dare maggior sapore non solo alle proprie ricette, ma anche ai consumi giornalieri di cibo se si è appassionati di peperoncino. Nella confezione c’è anche un piccolo imbuto per ricaricare le pipette con le varie polveri di peperoncino Peperita.

Sul sito dell’azienda (www.peperita.it) è attivo anche un servizio di shop on line che permette di acquistare la gamma completa dei prodotti: fiocchi di peperoncino, peperoncino in polvere, il chili concentrate, i triti freschi, il peperoncino con aglio, patè, condimenti, insaporitori, olio extravergine d’oliva al peperoncino e perfino mostarde e confetture. Tutto è all’insegna della piccantezza. Originale no?