Con l’inizio del caldo intenso, sia che abbiate un giardino o un orto sul balcone, quello a cui dovrete fare più attenzione è l’annaffiatura. Occorre innaffiare l'orto e le piante in vaso una volta al giorno, preferibilmente la sera. Curate in modo particolare le piantine appena trapiantate, che necessitano di annaffiature giornaliere e di essere poste al riparo dai raggi del sole troppo forti e diretti.

Oltre a dare da bere alle piante ci sono tanti altri piccoli lavori da fare: è bene prestare costante attenzione alle infestazioni di insetti e altri parassiti; quando i fiori saranno sfioriti o appassiti, ricordatevi di potare le piante, sopratutto le rose; nell’orto si comincia a seminare, per poi trapiantarle, le verdure con raccolta autunnale e invernale (cavoli, fagiolini, zucchine, cicoria, lattuga, finocchi, pomodori, porri, cipolle, carciofi, prezzemolo); si effettuano gli ultimi trapianti in pieno campo delle verdure con produzione estiva che si protrae in autunno (zucche, zucchine, pomodori, peperoni, melanzane ecc.). Potrete anche cominciare alla coltura dei fiori autunnali e invernali: seminate i bulbi a fioritura autunnale come ciclamini, tulipani, narcisi, dalie e iris e avrete un giardino fioritissimo anche in autunno. Per i prati ornamentali proseguono i tagli settimanali dell’erba mantenendone accentuata l’altezza.

Sui balconi e nei giardini, in rapporto alle temperature locali, fioriscono le aromatiche (timo, rosmarino, salvia ecc.), i gerani, le margherite, le gazanie, le cinerarie, le gardenie, le begonie, le impatiens, le rose rifiorenti, gli ibiscus, le lantane, le buganvillee, i gladioli, le dalie, i lilium, le portulache, le bignonie, gli oleandri, i gelsomini.

Negli orti e nei giardini, sempre a seconda delle condizioni metereologiche, si raccolgono prevalentemente carote, cavoli, cipolle, melanzane, spinaci, insalate, piselli, peperoni, pomodori, fagioli, zucchine, fragole, albicocche, mirtilli, lamponi, pesche, prugne, ribes.