Dalla Luviriata per accompagnare i formaggi alla mostarda, ai concentrati di frutta, ai biscotti

I formaggi, da quelli freschi agli stagionati, si possono gustare da soli, accompagnati solo da una fetta di pane o da un grissino. Ma se li provate con la salsa giusta, che non copre ma esalta i sapori, la soddisfazione sarà ancora maggiore.

E noi l'abbiamo trovata: la Luviriata, un’invenzione esclusiva dell’azienda Luvirie di Riccione (via Enzo Ferrari, 17 – tel. 0541607774), frutto della combinazione di zucca, pere, noci, zenzero e zucchero. Dolce e caramellata, si sposa con i formaggi cremosi, con quelli stagionati e persino con gli erborinati. È un prodotto - dice Paolo Massobrio dopo l'assaggio entusiastico - che non c'era, versatile e assolutamente non presuntuoso, nel senso che non prevale.

Luvirie nasce come piccolo laboratorio artigianale nel 2005 a Riccione, riprendendo le ricette delle ardzore e della tradizione romagnola, realizzate con materie prime originarie della Romagna. Il nome in dialetto riminese significa leccornie e i due fondatori, Angelo Giannini e Roberto Berardi, per sottolineare ancora di più il legame con il territorio romagnolo, hanno scelto di caratterizzare nel logo aziendale la “L” di Luvirie con i due simboli della loro terra: la caveja e il grappolo d'uva.

La gamma dei prodotti annovera sia specialità locali sia prodotti innovativi a base di frutta e ortaggi da mangiare e da bere. Tra i primi ricordiamo i fichi caramellati (ottimi anche questi con i formaggi), la mostarda Mangiafuoco piccante per i bolliti, la saba e il savor di Romagna, la cotognata ovvero la confettura di mele cotogne della tradizione contadina, la Piccantina di Romagna con un mix originale di erbette piccanti disidratate, tutte rigorosamente romagnole, per dare un tocco di piccante alle pietanze senza alterarne il sapore e tanto altro ancora dall'olio extravergine alla piadina. Tra i secondi, i concentrati di frutta come confetture, composte senza zucchero e i “frullatini”, che non sono semplici succhi, ma veri e propri frullati con il 70% di frutta (ottimo quello di mirtillo che abbiamo assaggiato) e poi solo acqua e zucchero di canna. Ma due altri prodotti Paolo Massobrio ha trovato eccezionali: lo zenzero caramellato e i fantastici biscotti all'Albana di Romagna. Li vogliamo a Golosaria!