Su ilGusto Paolo Massobrio, dopo avere partecipato all'Anteprima, descrive i 10 assaggi che più lo hanno stupito

Su ilGusto di oggi Paolo Massobrio è all’Anteprima del Brunello di Montalcino dell’annata 2018, dove insieme a Marco Gatti ha degustato ben 137 campioni. Il tratto comune a tutti è stato l’equilibrio. Oltre all’ottima performance registrata dalle cantine già affermate, tra queste anche la Cantina di Montalcino, Massobrio si sofferma sui 10 migliori campioni.

Partiamo da quello rotondo e pieno della Beatesca, al pari di quello di Belpoggio, la prima novità. Poi il Brunello di Capanna che, a parere di Massobrio, rivelerà una buona longevità; quello iconico e perfetto di Castello Tricerchi; quello intenso, che ha ottenuto i cinque asterischi della cantina Ferrero e quello tannico, amaricante ed elegante de La Palazzetta. Poi il Brunello fruttato e goloso de Le Gode, quello di gran corpo, dalla struttura che dice una potenzialità di invecchiamento di Poggio di Sotto e la sorpresa del Brunello di Madonna Nera, caldo ed equilibrato, iconico.

Sul podio Massobrio pone il Brunello di Montalcino della cantina Sanlorenzo, che descrive così: “La freschezza qui si esprime in un’evidente nota balsamica. L’impatto gustativo è di estrema piacevolezza, ha corpo, tannini ben integrati, sapidità che rende il sorso irresistibile”.

Sanlorenzo

Podere Sanlorenzo, 280
Montalcino (Siena)
tel. 339 6070930

Per leggere l’articolo completo clicca qui

ILGOLOSARIO WINE TOUR 2022

DI MASSOBRIO e GATTI

Guida all'enoturismo italiano

ilGolosario 2023

DI PAOLO MASSOBRIO

Guida alle cose buone d'Italia