Fanno parte della tradizione degli “arbëreshë”, una minoranza etnico-linguistica di origine albanese, stabilitasi nel Sud Italia tra il XV e il XVII secolo. Attualmente in Italia si contano una cinquantina di comunità sparse soprattutto in Calabria. Altre paste di tradizione “arbëreshë” sono le “stranguglie” o “strangule” (simili a cavatelli) e le “striglias” o “shtridhelat”. La lavorazione dei “dromesat” ricorda quella del cuscus.

Ingredienti

  • • 150 g di semola di grano duro
    • 150 g di farina di grano tenero
    • 200 g di salsiccia fresca
    • 400 g di passata di pomodoro
    • 1 cipolla
    • 100 g di ricotta stagionata
    • olio extravergine di oliva, sale

Informazioni aggiuntive

TIPO PORTATA

primi

ESECUZIONE

media

PREPARAZIONE

60 min

COTTURA

30 min

PREPARAZIONE

Mettete le due farine sulla spianatoia, mescolatele, allargatele in modo da formare uno strato sottile quindi spruzzatele di acqua leggermente tiepida utilizzando uno spruzzino. Una volta spruzzata l’acqua, mescolate velocemente con le mani o con una spatola quindi allargati nuovamente la farina e rispruzzate di acqua. L’operazione va ripetuta diverse volte finché la farina inizia a formare dei piccoli grumi. Quando si saranno formati diversi grumi, mettete tutta la farina in un setaccio a trama grossa e setacciate. Mettete i grumi rimasti nel setaccio su un vassoio e riprendete a spruzzare la farina rimasta sul piano di lavoro finché si saranno formati altri grumi. Procedete allo stesso modo fino a esaurire la farina. Allargate bene i grumi su uno o più vassoi e fateli asciugare. Tritate la cipolla finissima, fatela appassire in un capace tegame con un poco di olio quindi la salsiccia sbriciolata e fatela rosolare bene schiacciandola con una forchetta. Aggiungete la passata di pomodoro e cuocete per 15-20 minuti a fuoco dolce. Versate un bicchiere di acqua bollente nel sugo poi unite i grumi preparati (“dromesat”) e cuocete per 8-10 minuti. Se necessario, aggiungete ancora un poco di acqua nel sugo. A cottura ultimata il sugo dovrà essere ben legato. Servite spolverizzando con la ricotta grattugiata con una grattugia a fori grossi.