Carnevale è la festa più allegra dell’anno in cui trionfano scherzi, maschere, travestimenti, colori sgargianti e tanti dolci tipici delle diverse regioni italiane. Quindi, dimenticate le diete e lasciatevi tentare da uno dei tanti dolcetti fritti che la fanno da padrone durante questi festeggiamenti. Avrete solo l’imbarazzo della scelta.

Tra i più noti ci sono le chiacchiere, che sono prodotte in tutta Italia e prendono un nome diverso (frappe, cenci, bugie...) a seconda della regione. Le castagnole sono un altro dolce tipico di Carnevale, diffuso in tutto il Paese, anche se nato nell’Italia settentrionale ed ha la De.Co. del Comune di Bordighera. Si tratta di frittelle dolci con un cuore soffice, così chiamate per la loro forma che ricorda vagamente quella di una castagna. I ravioli fritti dolci sono uno scrigno goloso che racchiude al suo interno un morbido ripieno di marmellata, crema o cioccolato. Sono marchigiani gli arancini di Carnevale, una pasta sfoglia fritta con succo e buccia d’arancia, da non confondere con i celebri arancini di riso siciliani. In Umbria, Abruzzo e Molise si prepara la cicerchiata, una piramide o una corona di palline di pasta fritte, mescolate con miele bollente che, raffreddandosi, unisce le palline tra loro dandole forma e struttura. La pignolata glassata è invece un dolce tipico del Carnevale siciliano. Si tratta di gnocchetti fritti ricoperti di glassa bianca al limone o di glassa scura al cioccolato oppure anche ricoperti dal miele. Le zeppole sarde sono dolcetti fritti a forma di ciambella o a forma di sottili serpentini di pasta arrotolati della tradizione carnevalesca isolana. Appartiene alla tradizione napoletana il migliaccio, dolce un tempo preparato con la farina di miglio (da cui deriva il nome) e che oggi è invece a base di semolino. Dalla Toscana invece arrivano il berlingozzo, un dolce tipico a forma di ciambella, e la schiacciata alla fiorentina, torta semplice e soffice che riporta lo stemma della città a forma di giglio.

Ai dolci di Carnevale elencati dobbiamo aggiungere ancora le frittelle di mele, realizzate con fette di mele spesse e succose rivestite da una pastella croccante. L’elenco dei dolci di Carnevale italiani potrebbe continuare ancora, anche perché di quasi tutti i dolci menzionati ne esiste più di una variante che cambia da una regione all’altra o anche solo da una città all’altra. Insomma a Carnevale tutto è ammesso. Anche in cucina.