Una cooperativa virtuosa che tutela l'ambiente e la biodiversità, garantisce tracciabilità e il miglior rapporto qualità/prezzo

Non sono solo i numeri – 35.000 tonnellate di prodotti400 soci, 13 prodotti certificati dalla Comunità Europea con il marchio IGP e DOP – a decretare il successo del progetto dell’Organizzazione di Produttori Ortofrutticoli “Veneto”, ma i principi solidi sui quali si basa questa realtà cooperativa assai attiva sul mercato italiano ed estero. A partire dalla tutela dell’ecosistema agrario e dalla valorizzazione della qualità ambientale e della biodiversità, principi indispensabili per garantire il più alto grado di naturalità dei prodotti coltivati. Solo la qualità dell'ambiente, che dà prodotti di qualità, è la carta vincente da giocare per lo sviluppo di una filiera sostenibile, virtuosa e in grado di remunerare adeguatamente gli sforzi dei produttori.

“Prodotti di qualità in territori di qualità” rappresenta l’obiettivo strategico della cooperativa in grado di dare valore aggiunto alle produzioni e uscire dalla logica delle “commodity” per andare verso le “speciality”, come condizione per dare una giusta redditività ai produttori. In tale azione di uso sostenibile delle risorse naturali hanno un partner d'eccellenza, quale WBA (World Biodiversity Association onlus). 
L’O.P. aderisce all’Unione nazionale UNAPROA, al CSO Italy e a Confcooperative. Quindi, l'applicazione dei disciplinari comunitari per tutti i prodotti a marchio IGP e DOP oltre alle Linee Tecniche di Produzione Integrata.
Fondamentale, poi, l'azione adottata fin dalla fondazione della cooperativa (anno 2001) di fare “Sistema” tra le centinaia di realtà afferenti, promuovendo anche azioni di crescita che coinvolgono istituzioni e varie strutture nel campo della ricerca, della comunicazione, della programmazione e dello sviluppo. Infine, la tutela verso il consumatore che, oltre alla garanzia di avere sulla tavola un prodotto entro le 24h dalla raccolta in campo, ha la garanzia della tracciabilità, del rispetto della vocazionalità regionale e anche del miglior rapporto qualità/prezzo. E allora non resta che acquistare eccellenze che rappresentano un vero patrimonio agroalimentare.
prodotti.jpgA ottobre fa bella mostra di sé, sui banchi degli ortaggi, il Radicchio Variegato di Castelfranco IGP, una chicca la cui produzione è limitata a 25 comuni della provincia di Treviso, 20 comuni della provincia di Padova e 8 comuni della provincia di Venezia. Soltanto qui, terreni profondi, freschi, ben drenati assicurano quell'aspetto floreale, elegante, colorato proprio del "fiore che si mangia".
VARIEGATO_CASTELFRANCO-ok.jpgMa c'è anche il Radicchio Rosso di Treviso IGP precoce, versatile in cucina per il suo sapore leggermente amarognolo e per la consistenza croccante. Nasce nell’area pianeggiante del Veneto centrale (in alcuni comuni delle province di Treviso, Padova e Venezia), caratterizzata da terreni fertili e soprattutto ricchi di acqua: si tratta infatti dell’area solcata dalla cosiddetta “linea delle risorgive".
4_RADICCHI-ok.jpgMa ci sono anche le insalate Cappuccia e Gentile, per le quali è arrivato il riconoscimento europeo IGP che ne certifica la qualità. Le insalate IGP devono presentare le caratteristiche e i valori previsti da un preciso disciplinare di produzione.

Straordinari, poi, gli asparagi veneti. Bianchi e verdi. Belli, teneri, poco fibrosi. Con il marchio IGP, se di Badoere e di Cimadolmo, gli asparagi sono ricchi di vitamine e minerali, hanno comprovate proprietà diuretiche e depurative grazie al notevole contenuto di acqua e di fibre.

L’aglio bianco Polesano è DOP dal 2010 e il Polesine, territorio nella provincia di Rovigo, con il suo clima temperato e le terre fertili per le frequenti inondazioni ed esondazioni del Po e dell’Adige, vanta una lunga tradizione di coltivazione, risalente già al XVI.
agliobiancopolesano-ok.jpgVasta anche la proposta di ortaggi a foglia/fiore: bietola da costa, carciofi, cavoli di diverse specie, broccoli, verze… Al pari degli ortaggi da radice/tubero, coltivate nell'area del Polesine e nel comprensorio di Chioggia, e che contemplano carote, aglio, cavolo rapa, patata dolce, porro, ravanello, sedano rapa, topinambur…

La spesa sana e consapevole non può non passare da questa cooperativa virtuosa, vessillo significativo dell'eccellenza ortofrutticola garantita italiana. 

OPO VENETO

via Bellini, 2
Zero Branco (Tv)
tel. 0422 345164
info@ortoveneto.it