Parmigiano. Una parola che evoca storie, lavoro, un prodotto che apre racconti e qualità e rappresenta uno dei marchi aurei in Italia e all’estero

Ma, come in ogni ambito e storia familiare che si rispetti, c’è sia la grande qualità che gli sperimentatori, i fuoriclasse. Giorgio Bonati e il figlio Gianluca sono agricoltori e allevatori da quattro generazioni, da quando il nonno di Gianluca era partito da soli 2 capi a mezzadria e ora la loro azienda è, indiscutibilmente, un’azienda a ciclo completo, con il nutrimento degli animali basato sul fieno di prato stabile centenario ricco di erbe ed essenze introvabili mentre il resto è costituito da miscele di cereali, mais, orzo e soia.

La magia del latte, del caglio e del sale dà vita al loro Parmigiano che viene seguito passo passo e stagionato con cura e scrupolo nel segno di una tracciabilità perfetta. Testimone di questa eccellenza è il recente 1° Premio ricevuto dall’Associazione Cuochi Alta Etruria, i numerosi riconoscimenti ai concorsi internazionali e i primi premi con medaglia d’oro all'Accademia ALMA per lo stagionato 28 mesi conseguiti nel 2012 e 2016. E la stagionatura è la loro preziosità e la loro chiave, a partire dal raggiungimento dei 2 anni quando viene riqualificato da esperti del Consorzio di Tutela e solo le forme eccezionali e di corretta maturazione vengono marchiate con il secondo marchio "EXTRA".
Da qui in poi solo l’eccellenza raggiunge i 3 o i fatidici 4, 5, 6, 7, 10 anni di stagionatura, dove il Parmigiano va oltre il concetto tradizionale per diventare qualcosa di straordinario, da vera “meditazione”.

Lo sanno bene alcuni tra i migliori ristoranti italiani che lo hanno scelto (Aimo e Nadia, Enoteca Pinchiorri, Villa d'Amelia, Uliassi) oltre alla presenza in locali di Tokyo, Las Vegas, Dubai, Cina, Ungheria ed Australia. In azienda si parte dal campione 16 mesi passando dai 26, 36, 48, fino ad arrivare a quello di 5 anni, il Supremo da 6 e 7 fino alla “chicca” dei 10 anni, anche se le stagionature arrivano fino a 15/20 anni.
Tutti esempi e campioni di rarità e pregevolezza che il tempo affina ed evolve in qualcosa di unico e assolutamente personale.

Az.Agr. Bonati Giorgio
via Bosco, 3 - Basilicanova (Parma)
tel. e fax 0521681707
info@bonat.it