Dai Golosoni con le nocciole, ai Tronchetti con uva passa e pinoli a quelli ai gusti di frutta

Un'intensa fragranza di mandorla si sprigiona aprendo l'incarto colorato degli amaretti dell'Antica Dulcinea di Castelletto Stura (Cn). In bocca sono morbidi, il sapore è pieno e molto delicato. Il loro segreto? Sta nella ricetta, che risale al 1850, di un'antica famiglia di pasticcieri e che prevede una maggiore quantità di mandorle (sono quelle siciliane d'Avola) rispetto alle armelline, per un dolcetto più fresco e leggero.
E poi sono fatti interamente a mano: dall'impasto, alla farcitura fino all'incarto.

Gli amaretti di Antica Dulcinea – così come tutti gli altri prodotti – sono preparati solo con ingredienti provenienti da materie prime naturalmente senza glutine, in un laboratorio privo di contaminazioni, quindi sono adatti ai celiaci, a chi soffre di intolleranze, a chi vuole fare una scelta salutista e poi... a tutti coloro che desiderano gustare qualcosa di buono!

Ce n'è davvero per tutti i gusti, sono infatti oltre 20 le referenze: dai classici a quelli "Arricchiti" ossia i Golosoni con le nocciole, quelli alla noce, al caffè, al cappuccino e i Tronchetti con uva passa e pinoli. E poi ci sono gli amaretti alla frutta (mela, pera, limone, cedro, ciliegia, albicocca, cocco, pesca, mirtillo, fichi e noci, prugna e arancia, castagna) che mantengono un perfetto equilibrio tra il sapore delle mandorle e quello delle specialità che vengono accostate.

Antica Dulcinea non vuol dire solo amaretti, ma una gamma di specialità di pasticceria molto ampia, che comprende i macarons alla frutta e alle creme, i tartufi dolci (neri e bianchi con le mandorle), le Chicche ovvero meringhe farcite e ricoperte di cioccolato e gli Amarcioc, un'indovinata variazione sull'amaretto morbido con un fondo di cioccolato extrafondente che ben si sposa con cinque gusti di frutta.