Fantastico il lievitato dell'Atelier di Giampiero Vivalda con la pasta di nocciole di Canobbio

Ce lo siamo dimenticato il secondo Capodanno? Cade proprio il 31 agosto, quando riprende il cosiddetto anno sociale, per uno sprint di 4 mesi che arriverà fino al Natale e al prossimo vero Capodanno. Ad Alessandria il 31 agosto si fa festa: nelle strade, nei locali: vino, musica e qualcosa da mangiare. È proprio qui, tre anni fa, portammo il nostro panettone del secondo Capodanno, che aveva semplicemente una crosticina di nocciole.

Quest'anno il panettone del secondo Capodanno si è evoluto ancora. L' artefice è Giampiero Vivalda, cuoco dell'Antica Corona Reale di Cervere (CN), ma anche anima dell'Ateliereale (via Fossano, 15 • tel. 0172 474132 • www.anticacoronareale.com) di pasticceria che da qualche anno sforna il miglior panettone in assoluto (colpo di scena, quest'anno sbarcherà a Golosaria).

Ebbene, Giampiero ha fatto un'alleanza con il mago della torta di nocciole, al secolo Giuseppe Canobbio di Cortemilia (CN); ha ricoperto il panettone con una glassa alla sua crema di nocciole "Parlapa" e una civettuola e rinfrescante ciliegia caramellata, e grazie alle farine Petra e al burro Inalpi ha realizzato un prodotto da sogno, che ha proprio la morbidezza del sogno e il gusto pieno del frutto di stagione, la nocciola, che è soave con l'alveolatura burrosa che deriva dal buon latte piemontese. Proprio lo sprint necessario al secondo Capodanno. Auguri a tutti!

P.s. E io dico: anziché cercare risorse andando in televisione, ben vengano i cuochi che invece potenziano il proprio mestiere. Lo sono i Cerea di Brusaporto, Davide Palluda di Canale con le sue sfiziosita in vasetto, i fratelli Roberto e Walter Ferretto del Cascinalenuovo di Isola d'Asti, con i loro agnolotti confezionati e Giampiero Vivalda, che oltre al panettone (a luglio abbiamo assaggiato il suo lievitato alle albicocche) confeziona dei grissini eccezionali. Questi ultimi due esempi li conosceremo da vicino a Golosaria Milano, nel segno di meno tivù è più laboratorio. Wow!