Questa zuppa è un piatto ricco e nutriente che fa parte della scuola del recupero degli avanzi

Ingredienti

  • • 800 g di bietoline - peso pulite (o metà spinaci e metà bietole)
    • 400 g di pane casereccio raffermo
    • 1,5-2 litri di brodo di carne o vegetale
    • 100 g circa di Grana grattugiato
    • 200-250 g di caciotta
    • 60 g di burro
    • 4 rametti di timo
    • 1/2 cucchiaino di spezie miste (garofano, cannella, noce moscata, pepe)
    • 1 spicchio d’aglio
    • sale, pepe

Informazioni aggiuntive

TIPO PORTATA

primi

ESECUZIONE

facile

PREPARAZIONE

50 min

COTTURA

80 min

PREPARAZIONE

Scaldate l’aglio schiacciato con una noce di burro, aggiungete le bietole non sgocciolate e fatele stufare per alcuni minuti, finché saranno tenere. Regolate di sale. Tagliate il pane a fette spesse circa 1 cm e fatelo tostare leggermente in forno. Sistemate in una pirofila (a bordi molto alti) imburrata un primo strato di fette di pane, distribuite sopra le bietole spezzettate o tritate grossolanamente, ricoprite con la caciotta tagliata a lamelle sottili e formaggio grattugiato, bagnate con brodo e spolverizzate con un pizzico di spezie miste. Formate un altro strato allo stesso modo quindi terminate con uno strato di pane inzuppato con brodo e formaggio e irrorate la superficie con il burro rimasto sciolto con il timo. Il brodo dovrà affiorare leggermente se premete la superficie con una schiumarola. Fate gratinare in forno già caldo a 170°C per 40-50 minuti.

La zuppa a fine cottura deve rimanere morbida. Se necessario, aggiungete un poco di brodo durante la cottura. Se la zuppa dovesse tendere a colorire troppo in superficie, copritela con un foglio di carta da forno.