Il miglior Sauvignon del mondo nasce nel Collio, è il vino Top tra i Top Hundred 2014 e potrete assaggiarlo a Golosaria Milano

In terra di Francia, per lo sciovinismo “gallico” esistono solo Bourgogne, Bordeaux e Champagne. Per questo motivo ha avuto un'eco importante il riconoscimento che Tiare, cantina friulana di Dolegna del Collio, a inizio estate, ha avuto, in terra francese, è stata premiata con il suo Sauvignon come migliore esemplare del mondo con quel vitigno. In verità, mai premio è stato più meritato di quello che Roberto Snidarcig e la moglie Sandra si son visti assegnare.

Negli stessi giorni, nelle degustazioni finali dei nostri Top Hundred, più vini di questa cantina erano tra i migliori. Uno, il Collio Sauvignon Empire 2011, per noi, si è affermato come “Top dei Top”. Il migliore. In verità tra Roberto e il Sauvignon c’è feeling antico, tanto che oggi rappresenta il 45% della sua produzione (complessivamente di 100.000 bottiglie annue). Della gamma dei vini, quindi – che spazia dagli autoctoni agli internazionali, con bianchi come Malvasia, Pinot Grigio, Ribolla Gialla, Friulano, rossi come Cabernet Franc, Cabernet Sauvignon e Merlot, selezioni come Ronco del Merlo (un Merlot in purezza), Pinot Nero, Refosco dal penducolo rosso e Schioppettino, oltre a “Bolle”, Brut blend di Ribolla Gialla (70%), Malvasia (25%) e Sauvignon (5%) – visto che i gioielli sono i Sauvignon, quando visiterete questa bella realtà, vi suggeriamo l’assaggio del “nostro campione”.

Di quel Collio Sauvignon “Empire” 2011 che colpisce per il suo colore dorato brillante, per il suo profumo molto intenso di frutto della passione e di litchis e poi per quel sorso avvolgente, pieno, che ha freschezza straordinaria ed eleganza senza pari. E dove assaggiarli se non a Golosaria, visto che le Tiare è una delle 100 cantine presenti?