A UnoMattina, il programma mattutino di Rai 1, Francesco Saliceti lancia un appello ai giovani a non abbandonare i piccoli borghi e a puntare sull'eccellenza del territorio

I borghi ricchi di storia e di passato di cui l'Italia è tanto ricca stanno vivendo un momento di difficoltà, soprattutto al Sud, che porta all'emigrazione verso le grandi città al Nord, ma anche all'estero. La Calabria è una delle regioni che più conosce questo fenomeno. Anche se qui si registra un movimento contrario, di rientro nelle terre di origine determinato da ragioni emozionali, che ridà vita ai piccoli centri.

Questa è anche la storia del "nostro" Francesco Saliceti, delegato del Club Papillon, che insieme alla moglie Giovanna Martire, ieri ha raccontato ai microfoni di UnoMattina il successo della Degusteria Magnatum, il suo locale nel centro di Longobardi (1.600 abitanti reali, di cui solo 50 nel centro storico) in cui ogni giorno valorizzano e promuovono le peculiarità gastronomiche calabresi.

La sua speranza per il futuro, ha sostenuto, è che i giovani non abbandonino i piccoli centri, che prendano coscienza del bello e del buono che vi alberga e che comincino a pensare al proprio borgo come alla propria casa.

Qui il link per vedere il video dell'intervento di Francesco Saliceti a Uno Mattina