Ecco un secondo piatto di pesce davvero gustoso, tipico della tradizione culinaria siciliana, che ne annovera diverse varianti: basta cambiare un aroma per ottenere un piatto sempre diverso

Ingredienti

  • 4 seppie di circa 250 g ciascuna o 2 da 400-500 g
  • 7-8 pomodorini secchi sott’olio
  • 2 cucchiai di mandorle pelate
  • 2 cucchiai di pinoli
  • 1/2 cucchiaio di capperi salati
  • 1 bella fetta di pane di semola di grano duro raffermo
  • 1 bicchierino di Marsala
  • 1/2 spicchio d’aglio rosso
  • olio extravergine di oliva
  • sale e pepe

Informazioni aggiuntive

TIPO PORTATA

secondi

ESECUZIONE

media

PREPARAZIONE

30 min

COTTURA

50 min

PREPARAZIONE

Pulite le seppie separando la testa e i tentacoli dal corpo nonché le pinne. Lavate tutto accuratamente. Tritate i tentacoli e le pinne e fateli insaporire per alcuni minuti in un tegame con un filo di olio e l’aglio tritato. Sfumate con il Marsala, fate evaporare completamente, versate circa mezzo bicchiere di acqua e cuocete a fuoco moderato per una decina di minuti finché il liquido sarà pressoché consumato.

Intanto in una padella, fate tostare leggermente, con un filo di olio, la mollica di pane precedentemente frullata. Unitevi i pomodori secchi e i capperi tritati, le mandorle frullate e i pinoli spezzettati. Aggiungete il tutto ai tentacoli cotti e amalgamate bene regolando di sale e pepe. Tagliate quattro fogli di alluminio di dimensioni tali da potervi avvolgere le seppie. Appoggiate sopra ognuno un foglio leggermente più piccolo di carta da forno bagnata e strizzata e adagiatevi sopra le seppie. Farcitele con il ripieno preparato e avvolgetele nei due involucri. Cuocete in forno già caldo a 170°C per circa 40 minuti.