La prima pasta del Golosario

Fu la nostra prima pasta che recensimmo, nella selezione delle 100 cose bune d’Italia. Era il 1990. Da Pianella (piazza dei Vestini, 20 - tel. 085971308), località del pescarese da sempre meta degli appassionati enogastronomici, La Rustichella d’Abruzzo ha fatto conoscere la qualità della pasta artigianale abruzzese nei quattro angoli del mondo. Un percorso aziendale-familiare che durante quasi un secolo di vita (Gaetano Sergiacomo fondò questo pastificio nel 1924), ha saputo crescere mantenendo fede ai principi dell’artigianalità (trafile in bronzo ed essiccatura a bassa temperatura) e dell’utilizzo di materie prime super selezionate. Qui, infatti,  le migliori semole di grani duri vengono impastate insieme ad acqua pura con la stessa cura e tradizione di una volta. Il risultato è una pasta di grande qualità, una prelibatezza senza tempo.

Molti i formati disponibili, sia tradizionali, sia regionali, oltre alla pasta all’uovo. Sfiziosa la pasta aromatizzata così come anche i formati ‘giganti’. Fondamentale anche la linea biologica, che comprende pasta integrale, pasta al farro e pasta di semola di grano duro. Ma il fiore all’occhiello è la Linea Primograno, prodotta con grano 100% abruzzese, raccolto prevalentemente nell’area vestina (Pianella, Moscufo, Loreto Aprutino). Circa cento ettari di terreno sono destinati alla semina di queste varietà di grano duro: S. Carlo, Varano e Mongibello. L’azienda produce anche l’extravergine d’oliva Dop Aprutino “Contrada Casale”, sughi e condimenti a base di olio extravergine d’oliva (sempre ottimi) polenta e riso. E, dulcis in fundo, una serie di dolci della tradizione abruzzese, come gli amaretti secondo la ricetta di Loreto Aprutino e i torroni. I prodotti Rustichella sono presenti nelle più raffinate gastronomie italiane. E con la zafferano d’Abruzzo, ecco un’interessante novità: il cioccolato allo zafferano, sia al latte sia fondente.