Sono spiedini composti da un’unica striscia di calamaro, arricchita con erbe aromatiche e poi saltate sulla piastra in ceramica. Leggerissimi, deliziosi, uno tira l’altro!

Ingredienti

  • • 2 calamari grandi
    • 1 cucchiaino di Rub Erbaceo 
    • 3 cucchiai di olio EVO
    • 2 tazze di pangrattato
    • 1 cucchiaino di pepe nero

Informazioni aggiuntive

TIPO PORTATA

antipasti

ESECUZIONE

facile

COTTURA

15 min

PREPARAZIONE

Separate la testa e pulite il corpo dei calamari dalla membrana esterna, dalle interiora e dal gladio. Con un coltello tagliate il calamaro su un lato e apritelo a libro, trasformandolo in un’unica fetta. Tenendola ferma col palmo della mano, infilate degli spiedini per tutta la lunghezza a distanza di circa mezzo cm l’uno dall’altro. Con il coltello poi tagliatela tra uno spiedino e l’altro separandoli. In una vaschetta di stagnola versate il pangrattato, il rub erbaceo e il pepe e mescolate bene. In un’altra vaschetta posizionate gli spiedini, quindi versateci l’olio, smuovendoli affinché vadano a contattato con tutta la superficie.

Con la piastra in ceramica già opportunamente riscaldata, passate gli spiedini dalla vaschetta con l’olio a quella del pangrattato, rigirandoli affinché aderisca bene, mano a mano che li mettete in cottura. Girate gli spiedini sulla piastra non appena saranno diventati dorati.

Consiglio di servire i “fiammiferi” dentro a coni di carta paglia arrotolata posti a centro tavola accompagnandoli con salsa bianca.