L’idea di abbinare pere, patate e formaggio in un piatto salato, prende spunto dalla “tartifla a bocon” uno stufato di patate, pere “Louven” o Martin Sec e lardo aromatizzato tipica di Gignod, piccolo paese all’imbocco della Valle del Gran San Bernardo

Ingredienti per 6-8 persone

  • PER LA PASTA:
    • 450 g di farina 0
    • 100 g di semola rimacinata di grano duro
    • 5 uova e 2-3 tuorli
    • 1 cucchiaino di olio EVO

    PER LA FARCIA:
    • 350 g di Bleu d’Aoste (in alternativa Gorgonzola naturale)
    • 300 g di patate rosse
    • 1 pera Kaiser o 250 g di Martin Sec o Madernassa
    • 1 scalogno (facoltativo)
    • 1 noce di burro

    PER IL CONDIMENTO:
    • 100 g di Bleu d’Aoste
    • 1 pera Kaiser matura ma dura o 200 g di Martin Sec o Madernassa
    • 2 cucchiai di pepi e bacche orientali (bacche di Timut, lemon berryies, bacche di Tasmania, pepe cubebe, bacche rosse, pepe di Szechuan verde, pepe nero di Rimbas o Tellicherry, pepe della Giamaica)
    • 150 g di burro di montagna

Informazioni aggiuntive

TIPO PORTATA

primi

ESECUZIONE

difficile

PREPARAZIONE

90 min

COTTURA

40 min

ALTRO

30 min. di riposo

PREPARAZIONE

Preparate la pasta con gli ingredienti indicati e fatela riposare per almeno mezz’ora a temperatura ambiente. Fate lessare le patate poi schiacciatele e lasciatele raffreddare. Tritate grossolanamente la pera e fatela saltare al burro con lo scalogno tritato fine e stufato. Fate raffreddare e incorporate alle patate unendo anche il Bleu sminuzzato.

Stendete la pasta sottile e ricavate dei ravioli a mezzaluna o quadrati infarinando poco la pasta e pennellando eventualmente la pasta con albume per farla aderire meglio. Per il condimento, tagliate a cubetti piccolissimi la pera e fatela saltare il padella con un poco di burro poi unite il formaggio e fatelo sciogliere.

A parte cuocete i ravioli in più tornate, scolateli dopo 2 minuti di cottura e saltateli nel condimento aggiungendo la miscela di spezie.