Da giovedì 1 a domenica 4 settembre il frutto della corniola protagonista a Cornedo Vicentino con attività sul territorio, cucina dedicata e serate culinarie a tema

Dopo il lancio avvenuto con l’edizione pilota del 2015, anche quest’anno Cornedo Vicentino si prepara ad accogliere la Festa Nazionale della Corniola, in programma dal 1° al 4 settembre con un ricco calendario di eventi dedicati a questo antico frutto divenuto simbolo di un’intera comunità, così importante da dare il nome al paese e ricercato non solo per le sue proprietà benefiche, ma anche per la grande versatilità in cucina.

Oggi, grazie a un’intensa opera di rilancio sfociata nel conferimento della De.Co, la Corniola Cornedese è stata riscoperta e reinterpretata dall’abilità degli artigiani locali, che dai suoi molteplici utilizzi hanno tratto ispirazione per dare vita a un paniere di prodotti assolutamente da scoprire, dalla prima birra alle corniole ideata e prodotta dal birrificio Ofelia di Sovizzo (Vi) al sorbetto alla corniola realizzato dalla gelateria Il Ghiottone. Dalle delizie alle corniole della Pasticceria Denize e della Pasticceria Marieclaire agli sfiziosi piatti proposti dal Ristorante Roncari, senza dimenticare i plumcakes di Grande e le tisane dell'erboristeria Elettra, tutti prodotti a Cornedo Vicentino. 

Ospite d’onore della rassegna, che per tutto il weekend ospiterà anche stand gastronomici e la mostra mercato, sarà Paolo Massobrio che sabato mattina (ore 10.30) condurrà un talk show dedicato a questo frutto e al suo sviluppo nell’enogastronomia locale. E mentre proprio in questi giorni è in corso la raccolta dei frutti, le tante golosità a base di corniola si potranno trovare (e gustare) in occasione della rassegna, con postazioni di cucina dedicata e serate culinarie a tema.

Ad aprire le danze, giovedì 1° settembre (ore 20.00), sarà la tradizionale Cena di Gala in programma nella cornice di Villa Il Serraglio, a cura dei ristoranti Al Torcio di Chiampo e Locanda Veneta di Vicenza (della Magnifica Confraternita dei Ristoratori De.Co) che proporranno un menu rigorosamente De.Co e “rosso corniola”: quindi soppressa delle Valli e sedano di Rubbio, cremino cotto allo speck, composta di cipolla rosa di Bassano e corniola, tartare di trota di Altissimo, sfera di baccalà alla vicentina e frittata all’erba maresina tra gli antipasti, fagottino di corniola con ricotta di Nogarole e tortello di Fioretto con ripieno di corniola tra i primi piatti e guancetta al vino rosso su crostone alla corniola con patate del Monte Faldo al cartoccio tra i secondi, cui seguiranno il sorbetto di lamponi su confettura di peperoni gialli, i formaggi Vetriata e Castelgrotta con polenta di Marano e marmellata di corniola e, per finire, la golosa mousse alla corniola. (Costo: 35 € a persona - Info e prenotazioni entro il 27 agosto al numero 328.2337909). 

Altre degustazioni a tema saranno poi declinate durante tutta la manifestazione: venerdì 2 settembre, alle 19.00 (su prenotazione), con la cena di degustazione a tema “Baccalà alla Vicentina” a cura dello chef del ristorante Al Torcio di Chiampo (Magnifica Confraternita dei Ristoratori De.Co), ma protagonisti saranno anche gli gnocchi di patate con sugo di corniole oppure al pomodoro e ragù. Sabato 3 settembre, alle ore 19.00 (su prenotazione), il ristorante Da Beppino di Schio (Magnifica Confraternita dei Ristoratori De.Co) presenterà il suo maestoso carrello di bolliti, mentre i più golosi potranno trovare anche i bigoli con sugo di corniole oppure al ragù di anatra e carne. Si chiuderà domenica 4 settembre con due appuntamenti gastronomici: alle 12.30 con il pranzo conviviale con le Confraternite e i sostenitori, ideato dal ristorante Da Beppino e dalla Locanda Veneta della Magnifica Confraternita dei Ristorantori De.Co, e alle 18.00, con la degustazione de “La Bisteccona” preparata dal Supercarni di Valdagno. Sia a pranzo sia a cena sarà possibile assaggiare il goloso risotto di grumolo delle abbadesse, proposto nella versione con sugo di corniola oppure con sughi vari.

Appuntamenti imprendibili, da seguire passo dopo passo anche sul sito www.corniolecornedo.it