"A Mano" è la nuova linea di prodotti freschi gourmet realizzati da Alessandro Bellingeri dell'Osteria Acquarol

Originario di Cremona, dove la famiglia conduceva una trattoria, Alessandro Bellingeri, classe 1983, è approdato in Alto Adige dopo una serie di importanti collaborazioni - citiamo Enrico Crippa, Riccardo Camanini, Massimo Spigaroli, Stefano Mazzone fino a Massimo Bottura - e un periodo significativo in Val di Fiemme. Oggi, nella sua Osteria Acquarol, è interprete di una cucina contemporanea d'autore che ha come base una ricerca di materie prime legata alla stagionalità e al contesto locale – malghe, boschi, acqua dolce – e lavora quotidianamente a stretto contatto con piccoli produttori e contadini. Nella nostra guida IlGolosario Ristoranti l'Acquarol è presente con il faccino radioso.

Nel periodo del lockdown Alessandro ha avuto l'occasione, al pari di molti suoi colleghi, di riflettere a 360° sul presente e sul futuro della sua professione. Tra i pensieri più ricorrenti, quello di mantenere vivo il rapporto di fiducia con i clienti del proprio ristorante. C'era un solo modo per farlo durante la chiusura forzata, ovvero diversificare la propria attività. Ed è stato così che con la moglie Perla, messicana, regina della sala e dell'enoteca dell'Osteria Acquarol, ha ideato una linea di prodotti freschi gourmet - “A Mano” - da proporre in vendita nel suo locale e presso le migliori gastronomie altoatesine.
acquarol-pastafresca_caramelle.jpgArtigianalità e uso sapiente di materie prime di qualità ne sono stati fin da subito le basi essenziali. A partire dalla proposta di pasta fresca, attraverso un salto ideale nella sua infanzia quando nella cucina della trattoria di famiglia rappresentava un'arte da esprimere quotidianamente. La lavorazione è rigorosamente realizzata a mano, e dopo la pastorizzazione, si procede con il raffreddamento e il confezionamento senza stoccaggio. La scadenza del prodotto finale si aggira infatti sui sei giorni. Oggi, a farla da padrone nella sua nuova linea gourmet, sono gli “Schlutzkrapfen”, ovvero le tradizionali mezzelune realizzate con pura farina bianca e ripiene di ricotta e spinaci freschi a foglia.
acquarol-mezzelune.jpgAl pari delle “caramelle” con puntarelle e taleggio, oppure con carciofo Dop di Brindisi, ed ancora radicchio e gorgonzola. Un altro classico sono i tortelloni di asparagi bianchi, così come i tortellini all'aceto balsamico e parmigiano.
acquarol-tortelli-balsamico.jpgC'è anche una prelibata Giardiniera in vasetto in olio Evo o in aceto di mele, realizzata con le verdure di stagione del suo orto, così come una salsa piccante di ispirazione messicana.
acquarol-giardiniera.jpgAlessandro ha compiuto un ottimo lavoro anche con i prodotti da forno. Prova ne è la squisita colomba artigianale, denominata La Colomba dello Chef, realizzata con agrumi di Sicilia canditi, vaniglia messicana, crema di mandorle pugliesi e olio Evo. Parte del ricavato delle vendite sarà devoluto a una Onlus campana, che si occupa del recupero di cani abbandonati nel proprio territorio.
acquarol-colombe.jpgNel loro packaging elegante ed essenziale, fanno bella mostra di sé anche i grissini bianchi stirati a mano. Noi consigliamo anche la base con lievito madre per focacce e pizze, delle quali Alessandro si è rivelato un ottimo interprete.
acquarol-grissini.jpgGià oggi c'è una certezza: la linea “A Mano”, visto il successo e per non disperderne la filosofia e la progettualità, rimarrà attiva anche quando Osteria Acquarol riaprirà ai numerosi estimatori. Non è ancora attivo l'e-commerce, ma è possibile fare ordinazioni telefonando al numero 0471 362932 o scrivendo a info@acquarol.it.

Infine, per i fortunati che abitano in prossimità di San Michele Appiano, ecco il menu di Pasqua - euro 55 a persona - da gustare a casa (ritiro al ristorante o consegna a casa):
• crostatina alla barba di frate, zabaione salato, aglio orsino, fontina di malga e tartufo
• bottoni di arrosto di vitello, asparagi bianchi e consommè di cipolle novelle affumicate
• coniglio arrotolato, fave, limoni fermentati e rosmarino
• L'ovetto di Pasqua – in collaborazione con la pasticceria Speculoos di Trento – a base di cioccolato bianco, corniole e ginepro.

Un esempio di resistenza creativa, come ha sottolineato il collega Roberto Vivarelli della Rai di Bolzano che lo ha intervistato per il Tg regionale. Lo rilanciamo qui, con tutta la sua attività, perché rappresenta un esempio interessante per tutti. 

Osteria Acquarol

via Johann Georg Plazer, 10
Michele Appiano (BZ)
Chiuso giovedì tutto il giorno e venerdì a pranzo
tel. 0471362932 - 3495342065
info@acquarol.it