Le pregiate olive Grossa di Gerace e Nocellara Messinese protagoniste di un eccellente olio extravergine e di tante sfiziosità in vasetto

Siamo a Gerace, antico borgo incastonato nel territorio del Parco Nazionale dell’Aspromonte, che svetta dall’alto della rupe di arenaria su cui si trova arroccato, e gode di una posizione privilegiata e di una vista incredibile sul Mar Ionio e sul territorio della Locride. Qui c'è una intera famiglia, Roberto Marturano, la moglie Daniela e il figlio diciottenne Michele che, da una decina d'anni, si prodiga per valorizzare il ricco patrimonio agricolo locale. A partire dai secolari ulivi di cultivar “Grossa di Gerace”, una pregiata varietà autoctona che in questi luoghi assume una connotazione quasi di “sacralità”, in quanto generosa e longeva, grazie alla sua capacità di auto-rigenerarsi. Inoltre, è assai apprezzabile per la resistenza ai cambiamenti climatici repentini e ai periodi di siccità. I Marturano la coltivano con metodi rigorosamente naturali, insieme alla varietà Nocellara messinese, lungo una ventina di ettari collinari e ventilati attorno all'antico borgo.

Dopo la raccolta e la lavorazione con estrazione a freddo in un moderno frantoio, ecco un delizioso olio extravergine d'oliva, proposto in bottiglia e in latta di diversi formati. Ma c'è anche la versione aromatizzata al bergamotto, al limone e al peperoncino.
marturano-olio.jpgLa materia prima, le olive verdi e nere, trovano spazio anche in salamoia, schiacciate, “infornate”, in paté e condite con il peperoncino. Proprio quest'ultimo frutto diventa protagonista anche in vasetto sott'olio, come composta, ripieno con il tonno, oppure spezzettato o secco tritato.
marturano-olivesottolio.jpgAltra punta di diamante della loro produzione sono i carciofini selvatici (denominati in dialetto “zinurra”), un ortaggio sempre più raro da reperire, che cresce spontaneo nelle colline di Gerace. Assolutamente biologico, è raro anche per la difficoltà di lavorazione che comporta, essendo il frutto del carciofino selvatico ricoperto di spine, che devono essere eliminate manualmente da mani esperte.
marturano-carciofini.jpgIl trionfo di sapori genuini e di colori dei frutti e degli ortaggi da loro coltivati nella Locride, abbraccia anche altre squisite proposte sottolio e sott'aceto, come la cipolla di Tropea (anche come composta dolce e piccante), zucchine, pomodori secchi, melanzane...Infine, ecco anche la proposta di fichi calabresi secchi in bustina o in vasetto ripieni di mandorle, poi finocchietto e origano selvatico in bustina.

Questo è sicuramente uno dei migliori esempi di passione per il proprio territorio e di riuscita di una imprenditorialità seria, progettuale ed onesta.
Sul sito www.marturanoolio.it, è attivo lo shop online.
 

Azienda Agricola Marturano

Gerace (Rc)
Contrada Zarioti
tel. 346 5817221 - 334 9647506
www.marturanoolio.it