Ad Andria, città regina dell'olio in Italia, dal 1954 la famiglia Guglielmi produce olio di qualità da cultivar Coratina, Peranzana, Leccino, Frantoio, Cima di Melfi e Leccio del Corno

Andria (Bt), posta sul pendio più basso delle Murge, vanta i suoi tre famosi e alti campanili, è città federiciana e gode, poco distante, di uno dei più importanti patrimoni Unesco, Castel Del Monte, fusione matematica perfetta di elementi nordici, islamici e dell’antichità classica. Ma Andria è, soprattutto, la città regina italiana dell’olio, con 12.000 ettari in parte collocati all’interno del Parco dell’Alta Murgia e con 100 frantoi attivi fino agli anni ‘90. I 20 attuali garantiscono un volume pari a 14.000 tonnellate che vanno a corrispondere al 10% della produzione regionale e al 4% di quella nazionale.

Nel cuore di questo mondo ha origine, nel 1954, l’azienda a carattere familiare Guglielmi (via Canosa, 443 - tel. 0883591815 - www.olioguglielmi.it), oggi guidata da Saverio, alla terza generazione. Il nuovo frantoio, nato due anni fa in concomitanza con la notevole crescita aziendale, vede la disponibilità di 160 ettari di oliveto di varietà sia secolari sia giovani (degli ultimi 6/7 anni), che annoverano Coratina, Peranzana, Leccino, Frantoio, Cima di Melfi e Leccio del Corno.

Le olive vengono lavorate nelle 5 linee del frantoio e molite a 12 ore dalla raccolta, badando bene che la pasta non venga a contatto con l’aria per non guastarsi; a questo proposito la conservazione nei silos di stoccaggio avviene sotto azoto, così da creare una calotta protettiva al frutto sottostante. I terreni irrigui aziendali sono custoditi giornalmente - e rigorosamente in biologico - con un 20% ricavato in azienda e il restante conferito sottoforma di olive da molire da parte di produttori di Andria che rientrano nella filiera certificata.

Il loro prodotto principe è il cultivar di Coratina Intenso, seguito da un blend ricavato da altre varietà che danno origine alla linea dei Fruttati medi o leggeri e, infine, il Biologico ottenuto da un blend di Coratina e Peranzana. Vale la pena assaggiare anche i loro oli aromatizzati al naturale dove la molitura delle olive avviene in contemporanea all’inserimento dell’ingrediente distintivo (rosmarino, basilico, limone o arancia) sottoforma di trito e scorze.