Ad Alassio, Alessandra Armato con il marito Giordano produce olio extravergine, condimenti aromatizzati, sottoli e poi tanti altri prodotti, dalle confetture al patè fino a una linea di cosmesi, da conoscere

Le loro etichette, dal segno arrotondato un pò retrò e l’impronta svolazzante, non passano inosservate. Sarà perché scritte e disegnate a mano, sarà perché i ristoranti più conosciuti della Riviera e del Cuneese propongono i loro prodotti, sarà indiscutibilmente per la qualità che l’azienda rappresenta.

Parliamo del Frantoio Armato (Via Solferino, 3 - tel. 0182 470301 - www.frantoioarmato.it) in quel di Alassio (Sv), attività datata 1871, come testimonia l’iscrizione ritrovata su di un vecchio torchio. Prima che sulla costa, l’azienda di Aldo Armato si trovava a Stellanello e oggi, la figlia Alessandra con il marito Giordano porta avanti la storia di famiglia sempre attraverso un metodo di lavorazione tradizionale con macine in pietra e spremitura a freddo, come potrà constatare chi visita il frantoio da novembre a marzo, nel periodo della raccolta e della molitura delle olive.

L’offerta degli oli prodotti si articola tra olio d’oliva, olio extravergine d’oliva S-ciappa e olio extravergine d’oliva U Re da monozona di cultivar taggiasca. Noi abbiamo avuto il piacere di assaggiare l’olio extravergine d’oliva S-ciappa trovandolo profumato e leggero, dal delicato sentore di carciofo, frutto di un prodotto non filtrato a bassissima acidità ed estremamente digeribile.

Sempre in tema d’olio l’azienda offre anche una selezione di condimenti aromatizzati al profumo di mandarino, ginepro, erbe, basilico, aglio e peperoncino. Il laboratorio artigianale propone tante altre preparazioni, alcune delle quali legate a prodotti del territorio: l’aceto di vino ricavato da una selezione delle uve di collina e invecchiato in botti di rovere, confetture e marmellate (ad esempio bergamotto, sambuco, uva e amara d’agrumi), miele (tra cui rovo, timo, rosmarino e arancio), creme (di noci, di aglio), patè (capperi, carciofi, pomodori secchi), olive taggiasche, pesto (in versione Alassino e pesto rosso), sottoli (dalle acciughe in diverse maniere ai funghi, dal tonno alla formaggetta) e poi ancora trofie, otto tipologie di caffè, liquori e vini (Limoncino e Vermentino Doc) e tutta una linea di cosmesi, compresi i solari ad alto contenuto di olio d’oliva.