A Nova Gorica, la cucina di Uroṧ Fakuč, in un ambiente di grande eleganza

Siamo stati i primi ad accendere i riflettori sul territorio sloveno, dove, a due passi dal confine italiano, è in atto una crescita del mondo del gusto, ristorazione e vini in testa, di assoluto rilievo. L’ultima, ma non ultima per valore, nostra scoperta, in quella parte di Gorizia che, tagliata in due dopo la Seconda Guerra Mondiale, nella parte slovena ha preso la dicitura di Nova.

Ebbene, qui Dam (Ulika Vinka Vodopivca 24 – tel. +386 5 3331147), piccolo scrigno di stile ed accoglienza. È il palcoscenico di Uroṧ Fakuč, chef e titolare con studi di alta cucina effettuati in Italia da grandissimi maestri e già Presidente dei JRE sloveni.

Di notevole eleganza il locale, rinnovato da poco (peraltro, già prima era molto bello), e reso di grande charme con luci pensate per illuminare i tavoli con le tovaglie candide e la mise en place perfetta, per focalizzare l’attenzione sui piatti. L’accoglienza è impeccabile e il servizio in sala è all’altezza dei blasonati e rinomati ristoranti collocati nella vicina Italia.
La cucina dà più attenzione al mare, con una mano molto elegante e gusti ben delineati, ma mai eccessivi, e una serie di piatti che si segnalano per tocchi di creatività ben calibrati. Da un menu che apre comunque anche alla terra, sarete soddisfatti con il sashimi di trota dell’Isonzo con ricotta di Tolmin, brodetto caldo freddo, o con il risotto al sapore di mare e profumo d’ostrica. Nostro suggerimento, è non farsi sfuggire i due piatti storici del locale, gustosissimi, ossia “La patata che vorrebbe diventare tartufo” (una patata con cuore al tuorlo d’uovo e tartufo) e il filetto di tonno in crosta di nero di seppia.

Tra i dolci, di ottima fattura, godetevi cioccolato fior di sale olio evo e arancio o la crostata al limone.

Carta dei vini con ampia scelta con impronta territoriale e della Goriska Brda (Uroṧ è originario di questa zona vinicola), ma con chicche anche del resto del mondo.

Il conto lascia il sorriso. È sosta radiosa appena al di là del confine!