I nidi di zucca di Op Ortonatura di Settala

La zucca è uno dei simboli della cucina autunnale, anche se la sua stagione è molto più lunga: possono essere conservate intere, in luoghi bui, almeno fino a febbraio. Le zucche iniziate invece si conservano per pochi giorni e vanno tenute al fresco. La fetta di zucca va avvolta in un foglio di pellicola trasparente e conservata in frigorifero. In alternativa, la fetta può essere accuratamente privata di buccia e semi, lavata e perfettamente asciugata; posta in un contenitore a chiusura ermetica in frigorifero si conserva per 2 giorni. 

Ma per queste feste una bella idea arriva da Op Ortonatura di Settala (Mi) che ha lanciato il Nido di zucca. Questo si compone di un filamento di polpa di zucca di spessore sottile e uniforme arrotolato su se stesso. Questa tipologia di lavorazione, rispetto al tipico cubetto, consente una cottura omogenea del prodotto, ha una forma più accattivante e si presta anche per decorazione dei piatti.

Una modalità di cottura è la frittura del Nido, si suggerisce l’utilizzo di una friggitrice o di una pentola “wok” in modo da mantenere immerso il prodotto, questo non si scioglierà, rimarrà dolce e croccante e potrà essere guarnito a piacimento. Inoltre il prodotto può essere anche cotto al forno, in questo caso la zucca tenderà a “caramellizzare” e si adagierà su se stessa, ed essere così un ottimo contorno o antipasto.