Su La Stampa di oggi Paolo Massobrio riporta il suo viaggio in Alta langa, alla scoperta dei vini della famiglia Traversa, che dal 1870 a Seròle cura ogni metro di terra e dove oggi gestisce anche una bella casa di pietra, la Cascina Bertolotto, che non è solo cantina ma anche un'accogliente struttura destinata alla ricezione degli ospiti. Tra i vini assaggiati, memorabili sono stati il Brut dei Bertolotto, ma anche il Dolcetto d’Aqui “La Muiette” 2014, con sentori di marasca, la Barbera del Monferrato “I Cheini” e il Brachetto secco “La Tia”. Non da meno il Monferrato bianco “I Barigi” 2014 e, "dulcis" in fundo, il Brachetto frizzante “Il Virginio” e il Moscato “Surì di Bertolotto”. Davvero grandi!