Il formaggio vaccino Dop, buono che aiuta il benessere

In una dieta equilibrata, il formaggio non può mancare. Soprattutto se si tratta di un formaggio naturalmente privo di lattosio come il Montasio Dop.

Ma cosa significa “naturalmente privo di lattosio”?
Come dimostrato da uno studio intitolato “Composizione dei formaggi DOP italiani”, in alcuni formaggi stagionati, durante il processo di produzione vengono aggiunti al latte alcuni batteri, che – durante la stagionatura - eliminano il lattosio trasformandolo in acido lattico. Il Montasio Dop già nella sua versione fresca – quindi con 60 giorni di stagionatura – può essere definito naturalmente privo di lattosio.

Questo però è solo uno dei tanti vantaggi nutrizionali che offre questo formaggio. Parliamo infatti di un prodotto ad alto valore nutritivo e con una composizione equilibrata (32-36% di acqua, 32-34% di lipidi, 24-26% di proteine), digeribile e ideale soprattutto per l'alimentazione degli adolescenti perché contiene proteine, calcio, fosforo, ferro e vitamine molto utili durante la crescita.

Il Montasio Dop quindi può essere perfettamente parte di una dieta equilibrata, a partire dalla prima mattina. Una colazione ideale infatti può comprendere una porzione da 50 g di Montasio Dop, insieme a pane integrale e insalata. Però questo formaggio può anche conservare il suo tradizionale posto in tavola, nei pasti principali, anche 2 o 3 volte la settimana. Può essere associato preferibilmente con le verdure crude o pastellate ma può stupire anche con la frutta, mentre è da evitare l’abbinamento con i salumi.

Il Montasio Dop si può gustare in quattro diverse stagionature: Fresco (da 2 a 4 mesi di stagionatura) dal gusto morbido e delicato, Mezzano (da 5 a 10 mesi di stagionatura) dal sapore pieno e deciso, Stagionato (oltre i 10 mesi di stagionatura) piacevolmente saporito, Stravecchio (oltre i 18 mesi di stagionatura) raffinato e gustoso, ottimo da grattugiare.

Informazione pubbliredazionale a cura del Consorzio per la Tutela del Formaggio Montasio