La cucina del territorio come l'avete sempre sognata e anche di più

Che sorpresa assoluta la sosta in questo ristorante di Agliano Terme, paese della Barbera, ma anche delle acque sulfuree.
Qui Mauro Garberoglio che fu un’istituzione della scuola alberghiera di Agliano, da oltre tre lustri gestisce un ristorante, La Milonga, con tutta la sua famiglia.
titolare.43.jpgMauro Garberoglio con un piatto di plinE negli anni è cresciuto davvero tanto, arrivando a codificare alla perfezione i piatti della cucina monferrina, ma non solo, se penso a quel piatto di spaghetti alla marinara che è il più buono assaggiato di recente.
spaghetti-pesce.jpgGli spaghetti alla marinaraIn sala, oltre a Mauro c’è il bravissimo figlio Vittorio, molto attento nella selezione dei vini (e a noi ha fatto scoprire due aziende inedite di cui parleremo presto); in cucina c’è la cuoca di sempre, la bravissima Anna coadiuvata da Evelyn.
milonga-lei.jpgAnna in cucinaMa la Milonga, dotata di un doppio dehors, ma anche di camere e di piscina, è molto di più. Il nostro antipasto sono state le code di gambero alla Thermidor (perfetto) accanto all’insalata di mare, ma non mancano i classici: vitello tonnato, carne battuta e sformato di asparagi con fonduta.
milonga-gamberi.jpgCode di gambero alla ThermidorFra i primi gli agnolotti del plin erano croccanti all’interno, ghiotti, radiosi, mentre gli gnocchi (al pomodoro e basilico) avevano una morbidezza eccezionale. Degli spaghetti alla marinara abbiamo già detto, ma ci sono anche quelli alla carbonara i tajarin al ragù piemontese e le trenette al pesto, mentre i risotti hanno due interpretazioni (ai funghi porcini e con zucchine, gamberetti e curcuma).
milonga-gnocchi.jpgGnocchi di patate al pomodoro e basilicoSoave la frittura di calamari, gamberi e sarde, ma da faccino radioso il coniglio alla contadina e anche la trippa di Moncalieri alla Parmigiana coi fagioli cannellini. In carta ci sono anche la paella marinara, il bollito misto, le costollette d’agnello impanate oltre allo stracotto alla Barbera d’Asti e al merluzzo alla mediterranea (e a questo punto io voglio tornare). Il menu dello chef di cucina tipica piemontese è appena a 32 euro.

Trippa di Moncalieri con fagioli cannellini
Frittura di calamari, gamberi e sarde
Coniglio alla contadina

Al dolce sappiate che il bonet è iconico, come deve essere fatto, cucinato a bagnomaria, ma non mancano la torta di nocciole con zabaione freddo e la mitica cassata piemontese.
milonga-bunet05.jpgIl bonetChe dire? È stata davvero una grande sorpresa, che ottiene subito, senza se e senza ma, il nostro faccino radioso. Ci si diverte con il servizio dei vini a bicchiere presi da una carta astigiana molto interessante, ma soprattutto si prova l’esperienza della completa cucina del territorio come l’avete sempre sognata, unita al vezzo del preside della scuola alberghiera, di far vedere come si cucina il pesce su queste colline. Partite subito!!!
milonga-tavolo.jpgL'interno de la Milonga

La Milonga

Via Cristoforo Colombo, 10
Agliano Terme (AT)
tel. 0141 954089
https://www.osterialamilonga.it/