A Bassano del Grappa presso il Ristorante Sant’Eusebio il 24 e il 25 settembre

L’Enoteca Sant'Eusebio e la rete d’impresa Resistenti Nicola Biasi organizzano l’evento dell’anno sui vini resistenti: il 1° PIWIFEST, interamente dedicato ai vini Piwi, frutto di varietà ottenute da ibridazioni naturali tra Vitis Vinifera con una piccola parte di altre Vitis, da cui ricevono i geni della resistenza alle principali malattie fungine, in particolare oidio e peronospora.

Per la prima volta, il 24 e il 25 settembre, ben 13 produttori saranno presenti a Bassano del Grappa nella Piwiteca del Ristorante Sant’Eusebio (Contrà Corte, 54 ) e proporranno 20 vini “piwi”. Oltre al calice sarà possibile acquistare la bottiglia da asporto e degustare gli assaggi degli 8 migliori ristoranti dei Territori del Brenta presenti per questa particolare occasione.

Il clou dei due giorni sarà il convegno “PIWI, viticoltura responsabile per la salvaguardia dell’ambiente” con relatori d’eccezione e la masterclass “PIWI, sostenibilità ambientale e qualità del bere, per una scelta responsabile del consumatore” guidata dall’enologo Nicola Biasi, tra i massimi esperti di Viticultura resistente e produttore di Vin de La Neu.

PROGRAMMA
Sabato:
● dalle 15:00 alle 22:00 CALICI DI PIWI – degustazione vini e assaggi dei ristoranti dei Territori del Brenta.

Domenica:
● dalle 10:30 alle 12:00 convegno: “Piwi, viticoltura responsabile per la salvaguardia dell’ambiente” a seguire aperipiwi
● dalle 14:30 alle 16:00 masterclass: “PIWI, sostenibilità ambientale e qualità del bere, per una scelta responsabile del consumatore”
● dalle 15:00 alle 22:00 CALICI DI PIWI – degustazione vini e assaggi dei ristoranti dei Territori del Brenta.

Per ulteriori informazioni: 0424502114 - info@hotelallacorte.it

Nota
VINI PIWI Questi vini sono frutto di varietà ottenute da ibridazioni naturali tra Vitis Vinifera con una piccola parte di altre Vitis per lo più di origine Americana e Asiatica, da cui ricevono i geni della resistenza alle principali malattie fungine, in particolare oidio e peronospora. Non hanno uguali in tema di rispetto ambientale in quanto riducono quasi a zero la necessità di trattamenti in vigna, rappresentando ad oggi la vera frontiera della sostenibilità nella viticoltura. Piwi è l’acronimo internazionale che riassume la parola tedesca pilzwiderstandfähige che, tradotta, significa per l’appunto “viti resistenti ai funghi”. I Piwi hanno personalità unica e più di altri esprimono il concetto di vino naturale.