Su La Stampa Paolo Massobrio racconta i campioni di Gaia Bucciarelli

Su La Stampa di oggi Paolo Massobrio è in provincia di Piacenza, a Pianello Val Tidone, per raccontare la storia di Gaia Bucciarelli e della sua bella realtà vitivinicola: una tenuta a indirizzo faunistico venatorio cui Gaia ha saputo dare uno sprint iniziando a produrre vino partendo dal recupero delle poche viti presenti e investendo in quelle nuove, con una unica (o quasi) regola: realizzare vini fermi e non frizzanti.

Tra i suoi campioni memorabili il clamoroso Gutturnio Superiore “Il Superiore” 2018, un vino prorompente al naso, con effluvi di frutta rossa e dalla persistenza lunga e piacevole, che chiude con una nota sapida e minerale. Eccezione “frizzante” alla regola (insieme a un altro Gutturnio di casa Bucciarelli) è l’Ortrugo 2019, fresco e gioco, sapido e con finale agrumato.

Tuttavia, il vino intrigante che ha colpito Massobrio è il Colli Piacentini Malvasia 2017, un vino dal colore brillante che tende all’oro e appare tenue nel suo impatto aromatico dove al naso emerge la pesca mela, seguito dal Passito “Stellato”, di colore dorato intenso, con note di frutta candita e miele. Morbido, delicato e di lunga persistenza.

 

Per leggere l’articolo clicca qui.

SANTA GIUSTINA

Pianello Val Tidone (PC) - loc. Santa Giustina Arcello

tel. 09711563392