In una nota informativa, il Ministero della Salute precisa i limiti entro cui è autorizzato l’ingresso degli insetti sulle nostre tavole

Al momento nessuna specie di insetto (o suo derivato) è autorizzata a scopo alimentare in Italia”. Così, in una nota informativa, il Ministero della Salute delinea i confini di utilizzo dei novel food introdotti dal 1°gennaio dal nuovo regolamento europeo, specificando che l’autorizzazione per servire a tavola gli insetti deve essere richiesta alla Commissione europea, secondo le linee guida recentemente diffuse dall’EFSA.

Grilli e locuste, di fatto, non possono comparire ancora sulle tavole italiane, mentre è già possibile trovarli in alcuni Paesi UE seppur in “regime di tolleranza”, e cioè in attesa che vengano definitivamente autorizzati. “Anche in questo caso - spiega la Drezione Generale Igiene, Sicurezza alimenti e Nutrizione del ministero - andrà presentata una domanda di autorizzazione, ma nel frattempo gli Stati Membri che ne hanno ammesso la commercializzazione prima del 1° gennaio 2018 possono continuare a mantenerle sul loro mercato”.

Certo è che, per quanto strano possa apparire agli occhi dell'Occidente, in un mondo che oggi più che mai fronteggia il rischio di esaurire anzitempo le risorse gli insetti, ecosostenibili e ricchi di proteine, sembrano rappresentare una delle vie realisticamente percorribili per garantire il nutrimento alla popolazione. Ma in Italia, per ora s’è fatta più indigestione di articoli e di parole che altro.