Dopo Angelina Jolie si moltiplicano le iniziative. Boutade o futuro?

Si chiama Masterbug ed è un canale tutto dedicato alla cucina con gli insetti. Certo siamo ancora ai primordi di un Artusi del coleottero, ma tanto basta per fare notizia.

E forse quella che di primo acchito può sembrare un’idea azzardata, potrebbe presto diventare una risorsa quotidiana. Il motivo è da ricercarsi nel regolamento sui novel food votato a fine 2016 dal Parlamento Europeo che facilita, anche se sotto il rigido controllo dell’EFSA, l’introduzione in Europa di tecniche e alimenti il cui consumo non è ancora significativo.

Dal 1° gennaio 2018 quindi in ristoranti e supermercati potrebbero non mancare le materie prime a base di insetti. Questo sdogana le proposte culinarie del blogger trevigiano Roberto Cavasin che nel suo MasterBug (Masterbug.itsta costruendo un ricettario abbinando cibi tradizionali o addirittura reinterpretandoli con gli insetti.

L’endorsement di Angelina Jolie che ha messo volto (e palato) a favore della causa della cucina degli insetti, la scorsa settimana, non è cosa da poco. E c’è da scommetterci: i prossimi mesi saranno cruciali per capire se e quando gli insetti potranno sfondare in Europa.